Conflitto Israelo-Palestinese: almeno 70 morti, anche un bambino di 6 anni

Israele-Gaza: non si allentano le tensioni tra Hamas e lo Stato Ebraico. L’ONU:”rischio di guerra su vasta scala.”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Z E I N D E E (@zeindee)

Almeno 70 le persone che hanno perso la vita in meno di tre giorni durante lo scontro tra Hamas e lo Stato Ebraico. Da lunedì 10 maggio si è riacceso il secolare Conflitto Israelo-Palestinese: il drammatico bollettino riportato questo mercoledì 12 maggio è simbolo della lotta tra i due Paesi, le cui autorità sembrano risolute nell’evitare qualsiasi segno di riappacificazione. La situazione è tesa e l’escalation della violenza fa temere l’embrione rovente di una vera “guerra su larga scala“.

Lo aveva già annunciato l’inviato dell’ONU per il Medio Oriente Tor Wennesland questo martedì (11 maggio): “Una guerra a Gaza sarebbe devastante. […] Il costo è enorme e viene pagato dalla gente comune.” “Spegnete immediatamente il fuoco.” – si legge sul suo account Twitter – “I leader di entrambe le parti devono assumersi la responsabilità e mobilitarsi nella riduzione dell’escalation. […] Fermate la violenza ora.

I dati di ieri: il bilancio delle vittime palestinesi uccise dalle forze israeliane dall’inizio dell’offensiva sulla Striscia di Gaza era salito a 35, tra cui una donna e 10 bambini; 230 il numero di feriti riportato dal ministero della Salute locale. Israele ha registrato 3 morti e 31 feriti, compresi 5 bambini.

LEGGI ANCHE >>> Traffico di droga: protesta di pentole tra i residenti di Stalincrack

Almeno 70 morti in tre giorni, anche un bambino di 6 anni

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da PES (@pes_midiapopular)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Ritrovato cadavere senza vestiti: la vittima è morta strangolata

L’escalation militare tra Hamas e Israele è proseguita anche questo mercoledì 12 maggio, con centinaia di razzi lanciati dal movimento islamista su Israele. Immediata la risposta dell’esercito israeliano con un diluvio di fuoco sparato nella Striscia di Gaza. Il bilancio dei decessi sale a 70 vittime rimaste uccise negli scontri (Agence France Presse). L’ultima vittima dell’escalation è un bambino di 6 anni, ucciso da un razzo questo mercoledì sera nella città israeliana Sderot, a un chilometro da Gaza.

Con la sua morte, sale a 7 il bilancio dei decessi in Israele. Nell’enclave palestinese sotto il blocco israeliano e controllata da Hamas, si contano 65 vittime, inclusi 16 bambini, 5 donne e diversi comandanti di Hamas; mentre almeno 335 persone sono state ferite durante le manifestazioni Free Palestine. Questo mercoledì, il movimento islamista ha anche annunciato la morte di Wael Issa, capo dell’ala militare per Gaza City, e di altri alti funzionari militari dell’organizzazione durante gli attacchi dell’esercito israeliano.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @media_propo

Scene di violenza sono scoppiate anche in altre località arabe israeliane, come Acre o Wadi Ara, o Jisr Al-Zarqa, vicino Haifa, dove, secondo i rapproti della polizia, sono state arrestate otto persone.

Fonte Le Monde