Disastri aerei, volo AIRES 8250: 2 vittime, 129 feriti

La tragedia ad alta quota risale al 16 agosto 2010, quando il Boeing 737-73V si schiantò durante la manovra di avvicinamento.

Boeing
Boeing (Photo by Stephen Brashear/Getty Images)

Il disastro aereo accaduto il 16 agosto 2010 riguarda il volo di proprietà privata AIRES 8250. La linea nazionale colombiana prevedeva il decollo dall’Aeroporto di Bogotà e atterraggio all’isola di San Andrés, nella stazione di Gustavo Rojas Pinilla; a circa 190 chilometri ad est della costa nicaraguense. All’origine dell’incidente vi fu un errore umano da parte del pilota. Ad alimentare la situazione ci fu anche il maltempo nell’aeroporto d’arrivo: le pessime condizioni meteorologiche ostacolarono ulteriormente il personale nella cabina di pilotaggio. Durante l’atterraggio l’aeromobile si schiantò a pochi chilometri dalla pista. Il bollettino delle vittime segnò 2 decessi. Elevato il numero dei feriti: i restanti 129.

NON PERDERTI >>> Disastri aerei, Volo TANS Perù 204: 40 vittime, 58 feriti

Le dinamiche dell’incidente

aereo
Boeing (Getty Images)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Disastri aerei, Volo Air China 129: 129 vittime, 37 feriti

Come da programma, il 16 agosto 2010 il volo decollò dall’aeroporto di El Dorado alle ore 00:07 locali, in direzione della stazione di Gustavo Rojas Pinilla. A bordo vi erano 131 occupanti, suddivisi in 125 passeggeri e 6 membri dell’equipaggio. Ai comandi della cabina di pilotaggio c’era l’aviatore Wilson Gutierrez, 43 anni, coadiuvato dal primo ufficiale Camilo Piñeyros Rodriguez, 25 anni, addetto al monitoraggio degli strumenti.

L’incidente si verificò durante la manovra di avvicinamento alla stazione di San Andrés. La manovra in direzione della pista di atterraggio fu avviata alle 01:49 ora locale dei Caraibi occidentali (UTC-5). Pochi secondi dopo il Boeing 737 scivolò lungo la pista. In seguito, il dramma: il carrello collassò e un motore si staccò dall’ala. Lo schianto si verificò a circa 80 metri prima dell’inizio della pista.

Nell’incidente il velivolo l’aereo si spezzò in tre parti e lasciò dietro di sé una scia di detriti e rottami per circa 100 metri. Una parte di ala iniziò a prendere fuoco, ma l’incendio fu prontamente domato dai vigili del fuoco dell’aeroporto. L’inchiesta fu affidata al Comité Regional de Prevención y Atención de Desastres.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

aereo
Boeing (Getty Images)

Gli investigatori analizzarono scatola nera e registratore dati di volo. Sulla posizione dei detriti in pista, gli esperti conclusero che il Boeing si era spezzato durante la manovra di atterraggio.