Luca Ward, la malattia della figlia l’ha cambiato: ” Sono diverso adesso”

Luca Ward si è lasciato andare raccontando alcune parti della sua vita a I lunatici, tra queste anche la malattia della figlia. I dettagli

luca ward figlia
L’attore Luca Ward (Getty images)

Per il pubblico italiano è uno degli attori più affascinanti del cinema e della televisione, la sua voce accompagna i telespettatori e rende tutto più fine e bello. Luca Ward è un uomo di classe e ed ha una grande talento, ma nella vita ha dovuto affrontare anche tanti momenti bui.

Il sessantenne ha una figlia affetta dalla sindrome di Marfan, una patologia ereditaria del tessuto connettivo. Così durante l’intervista a I lunatici ha rivelato quello che ha vissuto e come ha affrontato questa grande sfida.

GUARDA QUI>>>Rosalinda Cannavò annuncia: “Quasi tre..” e il web impazza

Luca Ward: il racconto commovente sulla figlia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luca Ward (@lucaward_real)

GUARDA QUI>>>Trionfa l’esordio su Netflix di Halston: l’autentica serie tv per gli appassionati di moda

GUARDA QUI>>>Mara Venier ha condiviso una foto con persone speciali, spettacolo-FOTO

“Mia figlia mi ha reso più forte. Mi ha reso un uomo più consapevole. Mi ha aperto gli occhi su tante cose. Anche se del sociale mi sono sempre occupato. – ha rivelato l’attore – La malattia di mia figlia mi ha cambiato, mi ha avvicinato al mondo ospedaliero, ai medici, agli infermieri, a un mondo che troppo spesso dimentichiamo e che non va dimenticato”. 

Luca Ward ha poi fatto un appello agli italiani sulla ricerca che deve essere sostenuta perché è molto importante.

“La ricerca va sostenuta, sempre, e noi possiamo farlo, noi semplici cittadini! Dobbiamo fare di più non possiamo sempre solo dare la colpa ai governi. La mia non è una battaglia, è una corsa per la vita, – afferma – credo che noi dobbiamo tornare a partecipare”. 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luca Ward (@lucaward_real)

“Quello che manca oggi è la partecipazione.  – conclude – I social ce l’hanno portata via. Dobbiamo partecipare nella vita reale, occuparci del sociale, della cosa pubblica, del bene comune”.