Cambiano le regole sul coprifuoco. Tre regioni verso la zona bianca

Il nuovo decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri prevede grandi cambiamenti a partire da oggi, mercoledì 17 aprile. Prima grande novità: prolungamento dell’orario di coprifuoco. Quali sono le nuove norme

Mario Draghi coprifuoco zona bianca regioni
Mario Draghi – Instagram

Il nuovo decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri il 17 maggio, porterà una serie di allentamenti per quanto riguarda le misure restrittive legate alla diffusione della pandemia da Coronavirus.

La novità più immediata riguarda l’accorciamento dell’orario di coprifuoco che verrà spostato a partire dalle ore 23 già da mercoledì 19 maggio. Dal prossimo 7 giugno si avrà una maggiore libertà: il coprifuoco partirà alle ore 24 per poi essere abolito definitivamente il 21 giugno. Si ricorda, ovviamente, che il divieto di spostamento in determinate fasce orarie continua a non persistere in caso di ragioni di lavoro, salute o necessità urgente.

Nelle regioni segnate dalla zona bianca, esso verrà abolito già da martedì 1° giugno. Sono tre quelle che si apprestano a raggiungere questo traguardo; altrettante seguiranno a ruota se il trend di contagi rimarrà costante.

Il decreto prevede la riapertura dei ristoranti al chiuso sempre a partire dal 1° giugno fino all’orario di chiusura indicato dal coprifuoco.

Coprifuoco presto eliminato in tre regioni: quali sono

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mario Draghi (@mariodraghi_real)

Sono Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna le tre regioni che potrebbero essere indicate come zona bianca a partire dal prossimo 1° giugno, avendo la possibilità di godere di numerosi allentamenti per quanto riguarda le norme restrittive anti-Covid, tra cui l’abolizione totale del coprifuoco.

NON PERDERTI ANCHE >>> Piera Maggio, madre di Denise Pipitone rivela un segreto: “Li conosciamo…”

Se persevereranno i dati di miglioramento, altre regioni potrebbero incorrere nello stesso destino dal 7 giugno. Stiamo parlando di Abruzzo, Veneto e Liguria. Ricordiamo che l’obbligo di indossare la mascherina e dispositivi di protezione individuale e di mantenere il distanziamento sociale persiste anche in zona bianca.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Strage nel parco: uomo accoltella e uccide 3 persone

Il decreto prevede la ripartenza delle feste, compresi banchetti e ricevimenti di matrimonio che, dal 15 giugno, potranno essere svolti anche al chiuso. Tuttavia, gli intervenuti dovranno munirsi di un green pass, ossia una certificazione che attesti di essere stati vaccinati o di essere guariti dal Covid o di aver effettuato un tampone con esito negativo nelle 48 ore precedenti.

Le palestre riapriranno il 24 maggio; dal 15 maggio scorso avevano già ricominciato le attività le piscine all’aperto, dal 1° luglio potranno farlo anche quelle al chiuso.