Simona Ventura, lo strazio per l’amico che non c’è più

Simona Ventura ha pubblicato un post sui suoi social network un post in memoria di un amico speciale scomparso poco fa

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona Ventura (@simonaventura)

Simona Ventura ha condiviso un post su Instagram in cui fa un saluto a un grande amico e artista. Il cantautore è scomparso poche ore fa e da poco si è appresa la notizia della sua morte. La conduttrice ha scritto queste parole: “La notizia più brutta che si potesse ricevere. Se ne va il più grande poeta contemporaneo. Dopo tante sofferenze , che la terra ti sia lieve”, che accompagnano la foto del grande Franco Battiato mentre è sul palco e si sta esibendo.

Aveva 76 anni ed era affetto da una grave malattia, di cui lui non ha mai parlato. Il mondo della musica e non solo piange la morte di uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi. A dare la notizia è stato Franco Spadaro citando i versi della canzone forse più celebre di Battiato: “E guarirai da tutte le malattie/ perché sei un essere speciale/ ed io, avrò cura di te. Ciao, Franco Battiato”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Franco Battiato, chi era: vita privata del grande cantautore siciliano

Non solo Simona Ventura piange Franco Battiato

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona Ventura (@simonaventura)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> É morto Franco Battiato. Addio al grande poeta e maestro

Sulla malattia di cui soffriva Battiato si è detto di tutto dato che lui non ne ha mai parlato. Si pensa si trattasse di Alzheimer. Molti hanno salutato sui social il maestro come l’ex presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte che ha scritto: “E il mio maestro mi insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire”, i versi di una canzone, “Prospettiva Nevski” di Franco Battiato accompagnati da una sua foto. Alessandro Gassmann, Roby Facchinetti, Levante, Matteo Renzi, Concita De Gregorio e molti altri nomi illustri hanno salutato il cantautore siciliano nato il 23 marzo del 1945 a Ionia, in provincia di Catania.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Franco.Battiato (@franco.battiato_)

La sua assenza peserà come un macigno soprattutto adesso che ci sarebbe ancora bisogno della sua musica e delle sue idee rivoluzionarie in un momento storico di totale appiattimento delle menti, in cui la maggior parte delle persone è assuefatta dalla mediocrità.