Bankitalia, indagini sulle condizioni economiche delle famiglie: i dati allarmanti

Bankitalia, l’indagine per rilevare gli effetti della pandemia sulle condizioni economiche delle famiglie, gravi le difficoltà registrate: i dati sono allarmanti

Banca d'Italia indagine consumi
Banca d’Italia (Getty Images)

Uno studio della Banca d’Italia ha rilevato la situazione economica che coinvolge le famiglie italiane, con un’indagine basata su interviste svolte nel periodo intercorso tra febbraio e marzo, con l’intento di rilevare gli effetti causati dalla pandemia da Covid.

I dati emersi evidenziano le gravi difficoltà riscontrate, soprattutto nelle famiglie con a capo un lavoratore autonomo. Il 60% ha dichiarato di non riuscire ad arrivare alla fine del mese, una chiara conseguenza si riscontra nel grave calo dei consumi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—> Bonus Vacanze, importante novità introdotta con il Decreto Sostegni Bis

Bankitalia, i dati dell’indagine e il calo dei consumi

Banca d'Italia indagine consumi
Esercizio commerciale (Getty Images)

LEGGI ANCHE—> Covid-19, rapporto Iss-Ministero: in calo l’Rt e la pressione sugli ospedali

L’indagine ha registrato 10 punti percentuali in più nel numero delle famiglie che faticano ad arrivare alla fine del mese, rispetto al periodo che antecede la pandemia. Il calo dei consumi dei beni non durevoli è quello più rilevato, probabilmente dovuto anche al pessimismo circa i tempi di ripresa economica.

Si attesta infatti a 70 la percentuale di persone che prevede di totalizzare per l’anno in corso lo stesso reddito relativo al 2020. Per quanto riguarda la crisi sanitaria, solo il 16% ritiene che si possa risolvere entro il 2021, contro un terzo che prevede un prolungamento fino al 2023, mentre un quarto crede che possa volerci ancora più tempo.

Gli effetti si riscontrano in modo evidente sui dati che riguardano il calo dei consumi: oltre l’80% degli intervistati ha dichiarato di aver ridotto gli acquisti di abbigliamento, molti dei quali persino i beni per la cura della persona. Non diversa la percentuale preoccupante che riguarda il calo delle spese per quanto concerne alberghi, ristoranti e bar, sia causati da una mancata possibilità finanziaria che dalla paura relativa al contagio.

Banca d'Italia indagine consumi
Centro commerciale (Getty Images)

La mancanza di possibilità economica da parte delle famiglie, ma anche l’assenza di fiducia che causa l’accumulo dei risparmi, impediscono la crescita della domanda. Senza un aumento dei consumi, questi dati si rivelano allarmanti per immaginare una ripresa economica nel futuro prossimo.