Covid-19, rapporto Iss-Ministero: in calo l’Rt e la pressione sugli ospedali

Il consueto monitoraggio dell’Iss e del Minsitero della Salute questo venerdì restituisce un dato positivo relativo all’Rt del Covid-19.

Coronavirus
(Getty Images)

Un dato che innesca fiducia ed ottimismo quello emerso dal consueto monitoraggio congiunto Iss-Ministero della Salute. Stando a quanto emerso, l’Rt di tutto il Paese sarebbe sceso ancora rispetto alle rilevazioni della settimana precedente. Un valore in calo in ogni Regione come anche quello della pressione sulle strutture ospedaliere.

Covid-19, cala l’Rt e la pressione sulle strutture ospedaliere: il monitoraggio Iss-Ministero

L’indice di contagio è sceso dallo 0,86 allo 0,78 rispetto alla scorsa settimana. Questo quanto emerso dal monitoraggio di oggi operato dalle autorità sanitarie.

Coronavirus aggiornamento protezione civile
(Getty Images)

Un gran segnale di miglioramento che vede coinvolte tutte le regioni. In tutto il Paese il dato sarebbe sceso sotto l’1 in linea con la diminuzione anche della pressione sulle strutture ospedaliere. Sono diminuiti, infatti, i ricoveri in maniera decisamente consistente. Altro dato importante riguarda l’incidenza: il valore è sceso a 66 casi ogni centomila abitanti. Considerevole miglioramento se si considera che la scorsa settimana si parlava di 96. Un quadro generale che consente allo Stivale di rientrare a pieno titolo in quello che viene definito come scenario di rischio di tipo 1.

Leggi anche —> Covid-19, le Regioni che saranno collocate in zona bianca: cosa cambia

All’interno della bozza, riporta la redazione di Leggo, si legge anche che nessuna realtà locale questa settimana ha superato la soglia critica dell’occupazione dei posti in terapia intensiva. Tutte sono rimaste sotto il limite fissato al 19%. Stesso dicasi anche per le ospedalizzazione passate da 14.937 (dato rilevato all’inizio della scorsa settimana, specificatamente martedì 11) a 11.539 (l’altro ieri, giovedì 18).

Leggi anche —> Certificazione verde: tutto quello che c’è da sapere sul Green Pass

Ad essere stata potenziata anche l’attività di tracciamento, un punto sul quale per molto tempo virologi come il professor Crisanti si erano ampiamenti battuti. Un metodo efficace ed utile per effettuare la giusta attività di prevenzione.


Si è notata inoltre una decrescita del numero di nuovi casi di contagio non collegati alla cosiddetta “catena di trasmissione”. Resta in linea con le rilevazioni precedenti il dato relativo ad una manifestazione sintomatica del virus.