Lite per una ragazza sconvolge quartiere della movida: 23enne in gravissime condizioni

Un giovane è stato accoltellato da un suo coetaneo nel quartiere San Lorenzo a Roma al culmine di una lite scoppiata per una ragazza.

Polizia
Polizia (Bar – Adobe Stock)

Una vicenda da cavalleria rusticana quella registratasi ieri,  sabato 22 maggio, nel quartiere San Lorenzo, cuore della movida romana a pochi passi da Porta Maggiore, centro nevralgico della capitale. Un giovane sarebbe stato accoltellato da un suo coetaneo di nazionalità olandese al culmine di una lite scoppiata per una ragazza. La vittima è stata trasportata d’urgenza in Ospedale dove ora si trova ricoverata in gravissime condizioni.

Roma, lite per una ragazza si trasforma in tragedia: accoltellato 23enne

Si trova ricoverato in gravissime condizioni il giovane di 23 anni accoltellato ieri sera a San Lorenzo, quartiere della movida romana. A sferrare i colpi di fendente un coetaneo di nazionalità olandese già noto alle Forze dell’Ordine, immediatamente arrestato.

Ambulanza
Ambulanza (ChiccoDodiFC – AdobeStock)

Leggi anche —> Addio Chiara, si spegne a soli 18 anni la figlia del noto campione

Stando a quanto emerso dalle prime indagini, riporta la redazione de Il Messaggero, pare che il tutto si sarebbe verificato al culmine di una lite per una ragazza. Secondo alcuni testimoni, i due avrebbero iniziato i loro battibecchi già nel pomeriggio, mentre bazzicavano alcuni locali del quartiere. Non ancora chiaro, però, come si sia giunti all’accoltellamento. Ad essere stato accertato solo che il giovane olandese avrebbe estratto la lama e ferito ripetutamente il 23enne. I fatti si sarebbero svolti a Scalo San Lorenzo, poco distante dalla concentrazione di bar e ristoranti.

Le accuse mosse a carico del ragazzo sarebbero quelle di tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale. Fermato dalla polizia avrebbe opposto il suo rifiuto al fermo, proclamandosi innocente. Eppure l’arma sarebbe stata rinvenuta nelle tasche del suo pantalone.

Leggi anche —> Tragico incidente sulla statale: morto un bambino di 8 anni

A soccorrere la vittima, in prima battura, Valerio Carocci presidente dell’associazione Piccolo Cinema America. Stando a quanto riporta la redazione de Il Messaggero, l’uomo avrebbe dichiarato di trovarsi in macchina con un amico quando giunti a Scalo San Lorenzo avrebbero visto il 23enne in terra. Sembrandogli il suo quadro altamente compromesso avrebbero contattato immediatamente i soccorsi.

Polizia
Polizia (Claudio Caridi – Adobe Stock)

Pare, però, sempre a dire di Carocci che i sanitari sarebbero giunti sul luogo solo 25 minuti dopo. Attimi di terrore in cui lui ed il suo amico hanno provato a tamponare le ferite del 23enne.