I Maneskin ancora nella bufera, nuove accuse dopo l’Eurovision

I Maneskin non hanno pace. Dopo il test negativo di Damiano arrivano altre accuse e perplessità. Tutti i dettagli

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

I Maneskin sulla cresta dell’onda. La giovane band romana sta vivendo un periodo magico. Dopo i grandi successi seguiti alla loro partecipazione ad “X-Factor”, è arrivata con grande gioia di tutti la vittoria a Sanremo. Una consacrazione del rock sul palco dell’Ariston a dimostrazione del fatto che anche i giovani possono essere i rappresentanti del talento.

Poi la doppietta. Il trionfo sul tetto d’Europa con la vittoria all’Eurovision Song Contest. Erano tra i nomi favoriti, e loro, come tutta l’Italia, ci hanno sperato e creduto, e alla fine la vittoria che per il nostro Paese che non veniva conquistata dal Novanta, è arrivata.

Grande festa ma anche molte polemiche sulla loro partecipazione. Damiano David, il frontman della band, è stato accusato di aver assunto droghe durante il festival. Una serie di immagini interpretate male hanno fatto gridare allo scandalo verso la band italiana.

Damiano non ha avuto problemi a sottoporsi al test appena rientrato in Italia e l’esito negativo ha dimostrato le infondatezze delle accuse. Tutti pensavano che le polemiche si fossero fermate e avrebbero chiuso la vicenda, ma non è affatto così.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE –> Isola, flirt in corso. Awed scatenato: “Mi ha risvegliato l’ormone”

I Maneskin e la droga: la vicenda ancora aperta

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE –> Vera Gemma attacca Cecilia Rodriguez: “Impari dalla sorella”

Vicenda ancora aperta quella che riguarda i Maneskin e l’accusa sull’uso delle droghe. Ancora una volta sono i giornali francesi che aditano la band romana ed in particolare il frontman Damiano.

Dopo il test negativo e il pronunciamento dell’European Broadcasting Union, organizzatore dell’evento, i francesi tornano all’attacco. La commissione ha visionato anche tutti i filmati e ha stabilito che non c’è stata nessuna assunzione di sostanze stupefacenti nella Green Room. Ma nonostante questo per alcuni i dubbi restano.

Per l’Officielles, il Melty e il Gentside che si sono rivolti ad alcuni esperti, il test effettuato da Damiano non sarebbe attendibile. Il motivo? Sarebbe passato troppo tempo da quando sarebbe stata assunta la droga. Ben 36 ore dopo, solo quando il gruppo è tornato in Italia. Questo lungo lasso di tempo avrebbe potuto falsare l’esito del test.

Insomma non c’è pace per i Maneskin e questa triste storia. Ma ci ha pensato l’European Broadcasting Union a mettere fine a tutto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

Prima non è stato possibile effettuare il test, ma in ogni caso non ci sono prove contro la band romana. Questione chiusa e archiviata, speriamo questa volta per sempre.