Disastri aerei, Volo National Airlines 102: 7 vittime, 0 superstiti

La tragedia ad alta quota risale al 29 aprile 2013, quando il Boeing 747-428BCF si schiantò subito dopo il decollo.

aereo
Boeing (Getty Images)

Il disastro aereo del 29 aprile 2013 riporta il titolo National Airlines 102. Il volo cargo era stato affidato al Boeing 747-428BCF. Il velivolo, marchio di registrazione N949CA e S/N 25630 fu inizialmente progettato come apparecchio adibito al trasporto passeggeri e solo in seguito ricablato per l’esclusivo trasporto delle merci. Il giorno della tragedia, la rotta aerea avrebbe dovuto collegare l’Afghanistan e gli Emirati Arabi Uniti passando per le rispettive di Camp Bastion e Dubai-Al Maktum, con scalo intermedio programmato all’aeroporto di Bagram (Afghanistan).

Il fattore contribuente alla tragedia fu individuato nello stallo aerodinamico conseguente al carico non assicurato. Lo schianto fu fatale per tutti i 7 membri dell’equipaggio: nessun superstite.

NON PERDERTI ANCHE >>> Disastri aerei, volo New Zeland 703: 4 vittime, 17 feriti

Le dinamiche dell’incidente e le identità dei membri dell’equipaggio

Boeing
Boeing (Photo by Stephen Brashear/Getty Images)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Disastri aerei, volo Garuda Indonesia 200: 21 morti, 112 feriti – FOTO

Come da programma, il 29 aprile 2013 l’aereo abbandonò Camp Bastion e fece scalo tecnico all’aeroporto di Bagram per il rifornimento di carburante. Ripreso il volo alle ore 15:30 locali, i problemi arrivarono raggiunta l’altitudine di 370 metri, quando il muso del velivolo si impennò ripidamente con conseguente calo della velocità e del coefficiente di prestanza della struttura.

La combinazione dei fattori provocò l’ineluttabile stallo aerodinamico: in pochi attimi l’aereo precipitò a decine di metri dalla pista 03 dell’aeroporto di Bagram, in provincia di Parvaned. L’impatto fu violentissimo e la deflagrazione provocò la morte di tutti i membri dell’equipaggio. Gli occupanti, tutti cittadini statunitensi, erano suddivisi in: quattro piloti, due meccanici e un responsabile cargo.

L’incidente è stato registrato da una dashcam installata su una vettura, in transito sulla pista 03 al momento dell’incidente. Le immagini della telecamera rivelarono il verdetto: l’aereo si era pericolosamente inclinato e perse rapidamente quota, fino a schiantarsi al suolo. L’esito dell’inchiesta individuò il fattore contribuente alla tragedia nel carico. Non assicurato in modo corretto, il materiale ha provocato un cambiamento nella distribuzione del peso nella stiva durante la manovra di decollo.

Boeing
Boeing (Getty Images)

Il conseguente stallo aerodinamico danneggiò inoltre le opzioni di controllo della coda, rendendo incontrollabile il volo.