Schiacciato da un muletto in un’azienda: morto giovane operaio

Un operaio di 38 anni è morto dopo essere rimasto schiacciato da un muletto ribaltatosi in un’azienda di San Vito al Tagliamento (Pordenone).

Operaio
(PIRO4D – Pixabay)

Non è servita a nulla la disperata corsa in ospedale. Il cuore di un operaio di 38 anni, rimasto schiacciato da un muletto, ha smesso di battere poco dopo il ricovero. Questo il tragico bilancio dell’ennesimo sinistro sul lavoro, sul quale adesso sta indagando la Procura. I fatti si sono svolti stamane a San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone.

Pordenone, schiacciato da un muletto mentre lavora: muore operaio di 38 anni

L’arrivo immediato del 118, la corsa in ospedale, i tentativi di rianimazione dei medici non hanno potuto nulla. Stamane a San Vito al Tagliamento (Pordenone) un operaio di soli 38 anni è morto in seguito ad un incidente sul lavoro.

Eliambulanza
Eliambulanza (Silvano Rebai- Adobe Stock)

Si trovava a bordo del suo muletto all’interno di un’azienda di lavorazione dell’alluminio, quando il mezzo si sarebbe ribaltato schiacciandolo. Stando a quanto riporta la redazione di Fanpage, all’arrivo degli operatori del 118 il quadro clinico era già compromesso. Così tanto che l’uomo sarebbe morto poco l’arrivo nel nosocomio del piccolo comune friulano.

Leggi anche —> Incidente sul lavoro in una fonderia: operaio perde la vita

Sul luogo teatro della tragedia sono sopraggiunti anche i carabinieri ed il pubblico ministero di turno. Il mezzo ribaltatosi è stato posto sotto sequestro così come l’area dove è avvenuto il sinistro.

In corso adesso le indagini atte a comprendere quali siano state le ragioni che hanno portato alla morte del 38enne. In particolare bisognerà comprendere il motivo per il quale il muletto si sia ribaltato e come sia potuto accadere che l’uomo ne sarebbe rimasto schiacciato. Sconvolti i colleghi – sotto gli occhi dei quali il 38enne è morto- e l’intera comunità la quale si stringe intorno al dolore della famiglia, della moglie e dei due figlioletti dell’uomo.

Leggi anche —> Spaventoso frontale tra scooter e auto: morta giovane donna, due feriti

Per accelerare l’intervento sul posto è sopraggiunta anche l’eliambulanza per consentire un trasporto più repentino. I vigili del fuoco, riporta Fanpage, hanno estratto il 38enne da sotto il muletto e poi aiutato i medici nelle operazioni di primo intervento. Non si conoscono le generalità della vittima.

Carabinieri
Carabinieri (Shjmira – Adobe Stock)

Antonio Di Bisceglie, primo cittadino di San Vito al Tagliamento, ha dichiarato che la comunità è sconvolta dalla tragedia. “Sono scioccato e senza parole – ha detto stando a quanto riporta Fanpage -. Un dramma sconvolgente perché quest’uomo aveva due figli piccoli che ora sono orfani. Siamo profondamente addolorati“.