Ragazzino accusa un malore davanti alle amiche: la scoperta dei medici in ospedale

Un ragazzo di soli 15 anni è finito in ospedale a Firenze dopo aver accusato un malore sotto gli occhi di due amiche: aveva bevuto tequila.

Ospedale
(Richard Revel – Pixabay)

Avrebbe potuto essere definita una bravata, se solo non fosse stata compiuta da un ragazzino della sua età. Invece, quanto accaduto lo scorso lunedì 31 maggio a Firenze, è molto di più. Un 15enne sarebbe finito all’ospedale dopo aver accusato un malore in strada sotto gli occhi di sue due amiche. Il motivo? L’abuso di tequila che il ragazzo avrebbe assunto nonostante l’età.

Firenze, ragazzo di 15 anni finisce in ospedale: aveva bevuto tequila

Dopo aver barcollato per un po’ si sarebbe accasciato a terra accusando un malore. Questo quanto accaduto ad un ragazzo di soli 15 anni a Firenze lo scorso lunedì 31 maggio. Il giovane, riporta la redazione di Leggo, si sarebbe sentito male all’angolo tra via Niccolini e la via attigua al Duomo.

Alcool
(Yakobchuk Olena ​- Adobe Stock)

Leggi anche —> Malore mentre prepara il pranzo ai figli: morto sovrintendente capo della Polizia

Le due amiche che erano con lui avrebbero immediatamente chiesto aiuto ed il ragazzo è stato trasportato all’ospedale di Santa Maria Nuova. Dopo poche ore, il ragazzo si sarebbe stabilizzato, per tale ragione è stato subito dimesso. Ovviamente non prima che i medici allertassero forze dell’Ordine e contattato la famiglia per renderli edotti dell’accaduto.

La polizia ha sentito la versione del 15enne il quale avrebbe riferito di essere uscito di casa intorno alle 14 per andare in centro a fare degli acquisti. In quel frangente avrebbe deciso di acquistare la bottiglia di tequila in un supermercato e di averla bevuta da solo. Successivamente avrebbe incontrato le due amiche ed insieme avrebbero preso un autobus. Da lì il vuoto, il ragazzo non avrebbe più ricordato niente. Anche le ragazze sono state sentite, confermando la versione dell’amico.

Leggi anche —> Si accascia durante la partita commemorativa per il fratello: muore giovane calciatore

La polizia adesso sta cercando di scoprire chi abbia venduto al minore il superalcolico. Una circostanza che, una volta appurata, potrebbe costare caro al responsabile. In Italia è severamente proibito vendere alcolici ai minori. Per i contravventori oltre alla pena pecuniaria è disposto l’arresto e la chiusura dell’attività commerciale per un variabile periodo di tempo.

Polizia
Polizia (foxytoul – Adobe Stock)

Pochi giorni prima Filippo Santarelli, questore di Firenze, aveva emanato ordine di chiusura per un bar che avrebbe servito ad una ragazza degli alcolici. La giovane era stata rinvenuta in strada incosciente ed affetta da un’intossicazione da alcol.