Open day vaccinale a Bologna: fila infinita, ore di tensioni e disagi

Fila incredibile a Bologna per l’Open Day vaccinale. Tra disagi e tensioni, le dosi non bastano per tutti.

Gettata Siringa con Vaccino infermiera carabiniere
Siringa con Vaccino – GettyImages

Fila infinita, migliaia di persone e caos. Questo quanto accaduto a Bologna oggi. Se durante la festa della Repubblica si era soliti assistere a code per raggiungere mete di mare o luoghi per scampagnate, quest’anno la situazione è ben diversa.

La fila creatasi è stata dettata dal desiderio di ricevere il vaccino. Nella città romagnola in programma oggi un Open Day organizzato per distribuire il vaccino Jhonson&Jhonson a tutti senza limite di età e prenotazioni.

Presso l’Hub vaccinale della Fiera sono state messe a disposizione 1.200 dosi. Tuttavia alla giornata hanno preso parte all’incirca tremila persone. Il risultato è stato il crearsi di una coda incredibile lunga centinaia di metri. La situazione ha portato a disordini e assembramenti. C’è chi ha tentato di saltare la fila, chi si è sentito male.

Secondo quanto emerso si sono presentati anche giovanissimi fin dalle prime luci della mattina. Alcuni di loro si sono persino accampati presso la Fiera già dalla sera prima, non rispettando in tal modo il coprifuoco. Ancora prima della mezzanotte di ieri si sono visti i primi arrivati. Se agli inizi è stata rispettata la fila, con l’aumentare del numero di persone la situazione si è complicata. Minuto dopo minuto l’afflusso delle persone è incrementato a vista d’occhio facendo sì che la fila raggiungesse via Stalingrado, distante centinaia di metri dall’Hub.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Vaccino: sospesi trenta no vax attivi in ambito sanitario  

Bologna, l’Open day per il vaccino, tra fila infinita e disordini

Muore dopo aver fatto il vaccino
Somministrazione vaccino (pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Vaccino anti Covid-19 ai ragazzi dai 12 ai 15 anni: c’è la data

I primi della fila dell’Open day di Bologna sono stati due ragazzi. Si tratta di una giovane coppia che, arrivata prima delle 23 di ieri sera, ha trascorso la notte davanti all’ingresso dell’Hub. Dopo sono stati raggiunti da altri vaccinandi. Dotati di sedie e caffè hanno trascorso le ore in attesa dell’inizio dell’Open Day. Per ricevere il vaccino l’unico requisito è stata la presentazione della tessera sanitaria. Così, fin a esaurimento scorte, chiunque si è potuto vaccinare.

Tuttavia, a causa dell’altissima partecipazione e del numero inferiore di dosi disponibili, molte delle persone, rimaste in fila per ore e ore, non hanno ricevuto la vaccinazione. Non sono quindi mancanti i litigi e i superamenti nella coda. A seguito dalle tensioni sono intervenute le forze dell’ordine.

Per via della situazione venuta a crearsi, la Ausl di Bologna ha incrementare le dosi raddoppiandole. Sull’accadimento è intervenuto il sindaco Merola scusando per i disagi.

Open day Bologna vaccino: fila infinita
Open day Bologna vaccino (screenshot da Facebook)

“L’Ausl ha lavorato in perfetta buona fede per dare un servizio in più. Stavolta ha sottovalutato la capacità di aggregazione che hanno queste iniziative, rimedierà. Mi scuso io per i disagi”, le parole del Sindaco.