Muore sul lettino del dentista dopo intervento di routine: i risultati dell’autopsia

Una donna di 76 anni è morta venerdì mattina dopo essersi sottoposta ad intervento di routine da un dentista di Rimini. Effettuata l’autopsia.

Dentista
(StockSnap – Pixabay)

Si era appena sottoposta ad intervento di routine da un dentista e si trovava sul lettino per riprendersi, quando ha iniziato a sentirsi male ed è morta. Questo quanto accaduto ad una pensionata di 76 anni nella mattinata di venerdì in uno studio dentistico di Rimini. I medici, accorgendosi della situazione, hanno chiamato i soccorsi, ma purtroppo per la 76enne non c’è stato più nulla da fare. Le autorità hanno disposto l’autopsia, i cui risultati hanno fatto emergere essersi trattato di un decesso imprevedibile escludendo eventuali responsabilità da parte dei medici.

Rimini, pensionata di 76 anni muore dopo intervento dal dentista: esclusa responsabilità medica

Una pensionata di 76 anni è deceduta pochi minuti dopo un intervento da un dentista. È accaduto venerdì 4 giugno in uno studio dentistico di Rimini.

Carabinieri Nas
(Massimo Todaro – Adobe Stock)

Leggi anche —> Cadavere in una valigia: spunta inquietante ipotesi

Secondo quanto scrive la redazione de Il Resto del Carlino, la donna si era recata dal dentista per l’operazione di routine a cui si era già sottoposta in passato. Una volta terminato l’intervento, si è seduta sul lettino per riprendersi, ma ha iniziato a star male. Purtroppo le condizioni della donna sono precipitate in pochi minuti e non c’è stato nulla da fare se non costatarne il decesso.

Presso lo studio dentistico sono arrivati i carabinieri del capoluogo di provincia emiliano ed i colleghi del Nas di Bologna che hanno provveduto a tutti gli accertamenti del caso per chiarire quanto accaduto. Al vaglio dei militari dell’Arma anche l’eventuale rispetto delle procedure all’interno dello studio.

Leggi anche —> Violenza sessuale su minore: indagati due giovani calciatori

Il sostituto procuratore, Paolo Gengarelli, una volta informato, ha disposto l’esame autoptico sulla salma per chiarire le cause della morte. L’autopsia, scrive Il Resto del Carlino, è stata effettuata nella giornata di ieri ed i risultati hanno chiarito che si è trattato di una morte imprevedibile sopraggiunta per cause naturali: una dissecazione dell’aorta.

Ospedale
(Cezary Paweł – Pixabay)

Il fatto che non vi sia stata responsabilità da parte di nessuno- afferma l’avvocato della famiglia Alessandro Petrillo, come riporta Il Resto del Carlino- nonostante il dolore per la scomparsa della 76enne, ha sollevato i parenti”.