Precipita in un canalone: escursionista muore dopo un volo di circa 300 metri

Una escursionista di 46 anni è morta nella mattinata di ieri, dopo essere precipitata in un canalone sul Monte Sagro, in provincia di Massa Carrara.

Elisoccorso
(murmakova – Adobe Stock)

Tragedia nella mattinata di ieri sul Monte Sagro, in provincia di Massa Carrara. Una escursionista di 46 anni è morta precipitando dalla cresta dello Spallone da un‘altezza di circa 300 metri. A lanciare l’allarme è stato un amico della vittima che ha assistito alla tragedia. In pochi minuti sono arrivati sul posto i soccorsi che, dopo alcuni tentativi per via delle impervie condizioni della zona, hanno raggiunto l’escursionista di cui è stato possibile solo constatarne il decesso.

Massa Carrara, precipita in un canalone sul Monte Sagro: muore escursionista di 46 anni

È precipitata in un canalone mentre scalava con un amico lo Spallone, una delle creste del Monte Sagro (Massa Carrara). È morta così, nella mattinata di ieri, domenica 6 giugno, Chiara Galligani, escursionista 45enne originaria di Pescia e residente a Chiesina Uzzanese (Pistoia).

Montagna
(Simon Steinberger – Pixabay)

La 46enne, come riporta la redazione del quotidiano La Nazione, si trovava sullo Spallone per un’escursione, quando improvvisamente è scivolata da un’altezza di circa 300 metri sotto gli occhi dell’amico. Quest’ultimo ha cercato di raggiungere Chiara ed ha poi lanciato l’allarme chiamando i soccorsi.

Leggi anche —> Perde il controllo del Suv che si ribalta: morto ragazzo di 20 anni, ferito l’amico

Sul luogo della tragedia è arrivato l’elisoccorso del 118 e gli uomini del soccorso alpino che hanno provato a raggiungere il punto in cui era finita la vittima. Dopo alcuni tentativi per via della zona impervia e delle condizioni metereologiche, i soccorsi sono arrivati nel punto esatto, ma per la 46enne non c’è stato nulla da fare. I medici hanno potuto solo constatarne il decesso, sopraggiunto per le gravissime ferite riportate nella caduta.

Leggi anche —> Muore sul lettino del dentista dopo intervento di routine: i risultati dell’autopsia

Oltre ai soccorsi, sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e la polizia di Stato. Gli agenti hanno avviato gli accertamenti del caso per chiarire la dinamica della caduta costata la vita all’esperta escursionista.


Numerosi i messaggi di cordoglio apparsi sui social, tra cui quello della Fondazione “Mai Soli” Onlus che su Facebook ha scritto: “La morte di Chiara è una tragedia per la famiglia, ma vorremmo renderle omaggio poiché credo che molti dei nostri ragazzi la ricorderanno per i pomeriggi trascorsi con lei con la passione per ciò faceva con loro durante le attività dell’associazione nella parrocchia di chiesina Uzzanese