Stefano Piccirillo a Yeslife: ” Il mio augurio per il futuro”

Intervista esclusiva a Stefano Piccirillo, un artista a tutto tondo. Ecco cosa ha raccontato a noi di Yeslife

stefano piccirilo
Lo speaker Stefano Piccirillo (Ufficio stampa)

Dalla radio Kisskiss alle tante serie tv e pellicole, la sua voce è impressa nei cuori degli italiani che lo seguono con fedeltà e fiducia. Il suo ultimo successo? Il libro “Una volta, ancora una volta” 

Stefano Piccirillo è un uomo poliedrico: speaker radiofonico, autore e scrittore. Ha fatto delle sue passioni un lavoro a trecentosessanta gradi ed oggi è qui con noi a raccontarci alcuni aneddoti e momenti più importanti della sua carriera dalle mille sfumature.

GUARDA QUI>>>Fedez, la FOTO che tutti stavamo aspettando: “Domani a mezzanotte”

stefano piccirillo
Una volta, ancora una volta (Ufficio stampa)

GUARDA QUI>>>Simona Ventura, ennesimo massacro: la piemontese è distrutta

Stefano Piccirillo, un uomo dalle mille passioni, quella del cuore?

La Radio! E’ la passione che ho trasformato in lavoro da 37 anni, un matrimonio vero, come tra due persone. Il mio primo programma radio a 16 anni e a 19 già lavoravo in un network con i grandi.

Una passione che coltivo ogni giorno, come l’ amore per chi ami.

La radio è stata una grande tappa per la sua carriera, cosa ci racconta di questa grande esperienza?

Lo è e lo sarà. Dovrei rispondere scrivendo un romanzo autobiografico, cosa peraltro già in parte realizzata perché in ogni mio libro c’è la Radio. Posso raccontarvi di persone fantastiche quali colleghi e amici che ho incontrato e incontro di continuo sul mio cammino. Di legami forti e di avventure, di confronti e grandi gioie. Faccio qualche esempio :

Ho lavorato e lavoro con tutti i più grandi che mi hanno insegnato tanto come Leopardo, Federico , Anna Pettinelli, Pippo Pelo , Antonio Irace ,Rosario Pellecchia , Rita Manzo, Max Giannini e Max Vitale, Lucilla, Alfio e tutti i miei amici di Radio Kiss Kiss, passando per Mazzoli, Terenzi, Baiguini, Nicoletta, Gerardi, Viscardi, Claudio Guerrini, Baldini, Violanti, Cavallone, Dondoni, Giacomo Valenti e ho avuto modo di confrontarmi per eventi trasmessi in contemporanea con Linus, Ringo, Albertino, Tony Severo. Ho collaborato con Claudio Cecchetto per il video di Max Pezzali “La dura legge del gol”, insomma una vita in Champions League

Un aneddoto?

Anche qui ci vorrebbe un nuovo romanzo, forse lo scriverò.

L’ emozione del primo programma alla Radio, il primo programma a Radio Kiss Kiss, i record d’ascolto conquistati con Rtl 102.5 e il primato assoluto con Rds , l’esperienza vissuta  a Radio Rai, il lavoro di ogni giorno a Radio Kiss Kiss ed un nuovo primato rinnovato negli anni, da 1 milione di ascoltatori a 2 milioni, da 2 milioni a 3 milioni di amici che ci seguono ogni giorno e ogni sera. Gli eventi condotti ovunque, dai Grammy Awards a New York al Motorshow di Bologna passando per tante edizioni di Sanremo con emittenti diverse, le interviste ai più grandi della musica, dai Duran Duran a Joe Cocker, da Dalla a Pino Daniele, dalle Spice Girls ai Def Leppard, da Al Jarreau a Niccolò Fabi. Gli eventi in contemporanea televisiva ma soprattutto ovunque lo spirito di squadra e la voglia di divertirsi lavorando. Il rapporto con i tecnici, i road manager, i ragazzi che si impegnano al massimo affinché tu possa trasmettere al meglio.

Poi è arrivata la scrittura, la quarantena è stata un toccasana per dedicarsi ai libri?

Il mio primo romanzo ho avuto la gioia di scriverlo e pubblicarlo nel 2009, in questi 12 anni ho ricevuto tanti attestati di stima e affetto e condivisione dalle persone che mi hanno letto. Per me già un dono, un regalo inaspettato.  Confrontandomi con loro ho avuto modo di entrare nell’animo umano e la mia stessa vita mi ha portato naturalmente a scrivere di relazioni, musica ed emozioni .

Poi dopo un paio di anni di pausa ho pensato a Mary, una persona che mi ha cambiato la vita e il modo in cui ci siamo incontrati e vissuti è stato la causa scatenante per farmi tornare a scrivere. Ed ecco “Una volta, ancora una volta”

Una volta ancora è stato il suo simbolo di ripartenza?

Penso che ripartiamo ogni giorno della nostra vita con nuove consapevolezze. E’ un simbolo di continuità.

In questo anno di stop quali sono i progetti a cui ha pensato?

Vivo di progetti ogni giorno. La Radio è il mio primo pensiero lavorativo e ogni giorno creiamo sviluppi e idee in continuazione per alimentare il nostro processo di crescita. Poi la scrittura e l’insegnamento. Da anni mi occupo di formazione di aspiranti conduttori Radio e persone che desiderano parlare in pubblico in modo più efficace. Poi come tutte le cose belle, casualmente “Una volta, ancora una volta” da libro diventerà un album, grazie all’incontro con Ciro Imperato della Tilt Corporate. Abbiamo pensato di raccontare le emozioni del romanzo intrecciate con la storia della musica degli ultimi 60 anni, ci sarà anche la mia voce insieme a degli standard suonati e interpretati come io ho sentito il mio amore per Maria Chiara. Pazzesco.

Un momento particolare sotto ogni punto di vista cosa si aspetta da questa ripartenza?

Di tornare a fare ciò che facevamo prima, con nuovi obiettivi e dicendo sempre: Grazie

Che cos’è per lei l’arte?

Uno sguardo, una voce, un tramonto, una performance davanti a chi ti ascolta e guarda.  L’arte è legata al talento. Ogni forma di talento nella vita è arte.

Cosa consiglia ai giovani di oggi e domani?

Di guardare negli occhi le persone. Staccarli dai devices ed entrare in empatia con altri esseri umani. Il resto, se c’è arte ,viene da solo. Per qualsiasi umile consiglio sono qui comunque . Grazie sempre!