Tragedia del Mottarone, il piccolo Eitan lascia l’ospedale dopo 19 giorni di ricovero

Dopo 19 giorni di ricovero, il piccolo Eitan, l’unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone, è stato dimesso dall’ospedale dove era stato trasportato in seguito all’incidente.

Funivia Mottarone
(Getty Images)

Un barlume di speranza in una tragedia che ha sconvolto l’Italia intera. Oggi il piccolo Eitan, il bimbo di 5 anni sopravvissuto all’incidente della funivia Stresa-Mottarone, ha lasciato l’ospedale, dove si trovava ricoverato dallo scorso 23 maggio. Il piccolo, che nell’incidente ha perso i genitori, il fratellino ed i bisnonni, è stato accompagnato a Pavia a casa della zia. Qui seguirà il percorso di riabilitazione fisico e psicologico. I medici hanno giudicato i traumi subiti guaribili in 60 giorni.

Tragedia del Mottarone, il piccolo Eitan lascia l’ospedale: accompagnato a casa della zia

Questa mattina, giovedì 10 giugno, il piccolo Eitan Biran è stato dimesso dall’ospedale Regina Margherita di Torino, dove era stato ricoverato lo scorso 23 maggio.

Ospedale
(Richard Revel – Pixabay)

Il bimbo di soli 5 anni è l’unico sopravvissuto della tragedia della funivia Stresa-Mottarone in cui hanno perso la vita 14 persone. Tra le vittime anche i familiari del piccolo: i genitori Amit Biran e Tal Peleg, il fratellino Tom di soli due anni ed i bisnonni Itshak Cohen e Barbara Cohen Konisky.

Leggi anche —> Mottarone, l’audio della telefonata ai carabinieri subito dopo la tragedia

Considerate le sue condizioni in via di miglioramento, scrive Fanpage, i medici hanno disposto le dimissioni dal nosocomio del capoluogo torinese, dopo 19 giorni di ricovero ed un intervento chirurgico di circa cinque ore. I medici hanno, inoltre, sciolto la prognosi giudicando guaribili i traumi riportati nell’incidente in 60 giorni. Eitan è stato accompagnato in ambulanza a casa della zia Aya che vive a Pavia. Qui dovrà seguire un percorso di riabilitazione non solo fisico con visite di controllo, ma anche psicologico, considerando quanto accaduto. Ad assisterlo ci sarà, oltre ai familiari, un team di terapeuti.

Leggi anche —> Funivia Stresa Mottarone, la confessione del manovratore è agghiacciante

funivia mottarone
(Getty Images)

Un percorso già iniziato durante il periodo trascorso in ospedale. Alcuni esperti, riporta Fanpage, hanno, difatti, già spiegato ad Eitan, con la delicatezza del caso, quanto successo quella maledetta domenica quando la cabina della funivia è precipitata nel vuoto.