Borghi più belli d’Italia, mete estive: Borgo di Dozza

In estate sono molti i borghi italiani belli da visitare, ma Dozza nasconde una bellezza unica e diversa da tutte le altre 

Città murales
Città dei murales-foto facebook

Il borgo di Dozza rimane poco fuori Bologna. Il borgo ha conservato la sua origine medievale. In molti lo definiscono come il borgo colorato per via dei molti Murales che sono su palazzi e muri della città. In questo borgo si scopriranno arte e bellezza storica come mai viste prima. Ovviamente Dozza fa parte de “I borghi più belli d’Italia”. Passeggiando per le stradine del borgo si rimane incantati davanti alla bellezza e all’arte che circonda il luogo. I murales sono presenti grazie alla Biennale del Muro Dipinto, che è una manifestazione nata negli anni 60 e mantenuta ancora oggi. Si svolge a settembre degli anni dispari.

LEGGI ANCHE>>>I Borghi più belli d’Italia: Neive dove nasce il Barbaresco

Dozza la città dei murales

Murales due signore
Murales due signore Dozza-foto facebook

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>I borghi più belli d’Italia: alla scoperta della suggestiva Positano

Durante l’anno dedicato ai murales, la città acquisisce opere d’arte sempre più innovative e meravigliose. Sotto ogni opera c’è il nome dell’artista e l’anno in cui lo ha dipinto. Il borgo sembra quasi una galleria d’arte all’aperto e a disposizione di tutti. Una delle più famose opere è quella di Giuliana Bonazza, si chiama l’angelo di Dozza ed è ritratto da una figura bianca con alle spalle delle ali rosse che abbraccia una porta. Oltre alla bellezza di queste opere che rendono la città unica e caratteristica.

A Dozza c’è molto altro da visitare. Infatti c’è a Rocca Sforzesca di Dozza, che è una fortezza medievale. All’interno della fortezza c’è poi il Museo della Rocca. Proseguendo c’è la Torre Maggiore e la Torre Minore che indubbiamente meritano una visita. Dalla loro altezza si ha una visuale panoramica del luogo che è molto suggestiva e spettacolare sulle case del borgo e sulla distesa di verde che rappresenta la campagna. Per chi ama camminare c’è una passeggiata che non potrete non fare. Si tratta della passeggiata panoramica lungo via S.Anastasia.

angelo Dozza Murales
L’angelo di Dozza-foto facebook

Gli abitanti del borgo sono pochi, 6.629. Il borgo è stato abitato già all’epoca celtica e romani. Tuttavia è stato colpito da invasione germaniche e longobarde. Nel borgo a livello gatronomico e enogastronomico ci sono diverse enoteche. Sono molti i produttori di vino e aceto balsamico nella zona. Sono infatti due specialità.