Denise Pipitone, le parole sconcertanti del sensitivo tedesco sul caso

Denise Pipitone, un sensitivo di nazionalità tedesca interviene sul caso pronunciando delle parole a dir poco sconcertanti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Piera Maggio♡ Official Account (@missingdenisepipitone)

Sui media che sui social Piera Maggio continua la sua lotta per ritrovare Denise Pipitone.  Il caso ha interessato non solo l’intero paese ma tutto il mondo, gli ultimi avvenimenti infatti hanno visto in particolar modo coinvolta la Russia e persino il Sudamerica con ragazze su cui vi fosse qualche dubbio fosse Denise.

Nonostante i test del DNA negativi la speranza per Piera Maggio continua, convinta sempre più a scovare la verità. Proprio poche ore fa su Instagram l’urlo di una madre a chi quel giorno portò via sua figlia: “Mostri siete e sempre lo sarete” scrive.

Di recente l’intervento anche di un medium Michael Schneider ex giornalista tedesco che si è pronunciato sul caso proferendo parole sconcertanti. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Denise Pipitone, la testimonianza a La Vita in Diretta: “Anna Corona era lì”

Denise Pipitone, le parole del sedicente medium

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Caso Denise Pipitone, intervista esclusiva: parlano le figlie di Battista Della Chiave

L’uomo a quanto pare collabora – a titolo gratuito – con gli investigatori di tutta Europa e sarebbe stato utile in un altro caso – recente – che ha colpito l’opinione pubblica, stiamo parlando del caso Neumair e Perselli uccisi dal figlio Benno indicando il luogo dove poi sono stati rinvenuti i corpi.

Nel corso di un’intervista, il Michael Schneider avrebbe dichiarato: «So che le mie parole saranno inaccettabili per Piera Maggio, ma purtroppo ho la chiara percezione che Denise non sarà mai trovata ed il caso non sarà mai risolto».

Parole che tuonano pesantemente e che suscitano non poco sgomento non solo per la madre di Denise che tenta da quasi 20 anni ormai a trovare le risposte di cui ha bisogno e risolvere il puzzle ma tutti noi che speriamo in fondo in un lieto fine.