Anziana di 90 anni derubata e violentata: arrestato un 26enne

Un’anziana di 90 anni – in provincia di Como- è stata violentata e derubata da un 26enne: il ragazzo sarebbe un immigrato senza fissa dimora.

Anziana
(Sabine van Erp – Pixabay)

Un fatto di inaudita brutalità e gravità quello registratosi venerdì sera a Lomazzo, in provincia di Como. Un’anziana di 90 anni sarebbe stata dapprima derubata e poi vittima di una violenza sessuale da parte di un ragazzo di 26 anni.

Il giovane avrebbe fatto ingresso nell’abitazione della donna ed una volta scoperto, piuttosto che darsi alla fuga, avrebbe aggredito la 90enne.

Como, donna di 90 anni derubata e violentata: arrestato ragazzo di 26 anni

Un’anziana di 90 anni sarebbe stata vittima di una violenza sessuale ad opera di un ragazzo di 26, un nigeriano senza fissa dimora. Eventi di un’indicibile atrocità a cui si aggiunge anche quello di rapina sempre ai suoi danni.

Carabinieri
Carabinieri (Vincenzo De Bernardo – Adobe Stock)

Leggi anche —> Vacanza si trasforma in tragedia per una coppia di amici: canoa si ribalta

I fatti si sono svolti a Lomazzo (Como) lo scorso venerdì. La donna avrebbe udito – riporta Il Giorno– provenire dalla cucina della propria abitazione alcuni rumori. Recatasi nella stanza si sarebbe accorta del ragazzo che rimestava all’interno degli scaffali.

Il 26enne, alla vista dell’anziana, non sarebbe fuggito, ma anzi l’avrebbe brutalmente aggredita trascinandola in un’altra parte dell’appartamento ed abusando di lei. Dopo aver consumato la violenza il ragazzo di origini nigeriane sarebbe fuggito, portando via con sé il cellulare della 90enne. Quest’ultima, seppur sconvolta e frastornata, avrebbe avuto la forza di recarsi da suo figlio per raccontargli quanto accaduto. L’uomo avrebbe chiamato immediatamente i carabinieri, i quali sono sopraggiunti fulmineamente sui luoghi.

La vittima sarebbe riuscita a fornire ai Militari dell’Arma una descrizione molto dettagliata, aiutata anche dal fatto di aver visto il 26enne nei giorni precedenti aggirarsi nella zona. L’identikit ha permesso, dunque, la sua rapida individuazione. Il giovane è stato trovato all’interno di un edificio della zona che versa in stato di abbandono ancora in possesso del cellulare dell’anziana. Il senzatetto, a cui era stata respinta la domanda d’asilo, è stato ammanettato.

I fatti di Lomazzo hanno riacceso una già aspra polemica sorta sul piano politico: quella dello Ius Soli. Il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni – riferisce Il Giorno– ha, infatti, dichiarato che quanto accaduto è un fatto inaccettabile che ora la giustizia dovrà perseguire.

Leggi anche —> Prima la lite poi la tragedia: giovane madre uccisa a coltellate

Quanto accaduto, a suo avviso, è un ulteriore riprova che l’immigrazione non regolamentata vada bloccata in partenza. I soggetti ritenuti irregolari devono essere rimpatriati. Se non si agirà così, nel Paese si vivranno solo disordini.

Carabinieri
Carabinieri (ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

In chiosa ha lanciato una silurata contro lo Ius Soli ritenendo di primaria importanza, invece, lo sradicamento del fenomeno dell’immigrazione non controllata.