Maneskin, le parole che fanno discutere a distanza di tempo

Maneskin, il fenomeno continua e cresce sempre più, insieme all’attenzione su di loro. La discussa dichiarazione di uno dei componenti torna a galla

Maneskin Ethan dichiarazione
Maneskin (Getty Images)

Un escalation di successi quelli riscossi dai Maneskin dal loro esordio sul palco di “X Factor“, dove hanno raggiunto il secondo posto, per conquistare poi il primo al Festival di Sanremo, aprendo le porte a quello più grande.

Dopo la vittoria all’Eurovision Song Contest, che ha regalato un sogno all’intera Italia, il fenomeno rappresentato dalla band rock è esploso più che mai, e non solo nel territorio. I numeri su Spotify lo certificano, raggiungendo gli U2 e superando i Metallica, senza considerare le visualizzazioni ottenute su YouTube, registrate a 45 milioni nel video ufficiale di “Zitti e Buoni”.

Dopo aver conquistato anche l’attenzione di un’artista come Miley Cyrus, è conclamato che il loro percorso stia sempre più ottenendo visibilità internazionale. Alla notorietà si aggiunge l’attenzione accesa su di loro come un faro fisso, che fa emergere anche alcune vicende del passato che li coinvolge. L’ultima notizia riguarda una dichiarazione di uno dei componenti tornata a galla e molto discussa.

TI POTREBBE INTERESSSARE ANCHE—> Celentano, sapete perché si chiama Adriano? Il tragico motivo

Maneskin, la dichiarazione di Ethan

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)


LEGGI ANCHE —>  Sangiovanni a Verissimo: si racconta: “Io? Sono sempre stato diverso”

Un aspetto molto evidente e altrettanto apprezzato dei Maneskin è la loro eterogeneità, dove nessuna personalità emerge sull’altra, in quanto tutte fortissime e carismatiche. La dichiarazione di Ethan, batterista del gruppo, riguarda proprio questa loro qualità: “Siamo tutti diversi non perchè vogliamo essere alternativi, ma perchè davvero nessuno è uguale“, evidenziando che non ci sia nulla di costruito nella loro formazione, ma solo autentica e spontanea libertà di espressione.

Un discorso che approfondisce nel restituire un importante quanto inaspettato concetto: “Giustizia è essere giudicati in base a ciò che si fa e non che si è. Giustizia è parità, rispetto e bellezza“. Parole che raccolgono molteplici e vivissime adesioni dagli innumerevoli fan, i quali li considerano una pietra preziosa nel panorama musicale. Ma in molti sono anche quelli che criticano questa riflessione, rivedendo nella band un fattore estetico estremamente curato più che “sostanza”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

La loro immagine accattivante esercita sicuramente un forte impatto sul pubblico, unita al talento straordinario che ha permesso loro di scalare la classifica dell’Eurovision, una delle tante internazionali che si troveranno a conquistare.