Ragazzo si tuffa nel fiume e annega: la tragedia sotto gli occhi del fratello e degli amici

Un ragazzo di 17 anni è morto annegato nel pomeriggio di ieri dopo essersi tuffato nel fiume Serio a Gorle, in provincia di Bergamo.

Vigili del fuoco
(Getty Images)

Dramma nel pomeriggio di ieri a Gorle, in provincia di Bergamo. Un ragazzo di 17 anni ha perso la vita dopo essersi tuffato nel fiume Serio. Ad assistere alla tragedia il fratello del 17enne e due suoi amici che si trovavano a riva ed hanno chiamato i soccorsi. Purtroppo, dopo circa un’ora e mezza di ricerche, i soccorritori hanno rinvenuto il corpo senza vita dell’adolescente. Sul posto anche i carabinieri e gli agenti della polizia locale.

Bergamo, si tuffa nel fiume Serio e non riemerge: morto ragazzo di soli 17 anni

Doveva essere un pomeriggio tranquillo trascorso insieme ad alcuni amici, ma si è trasformato in tragedia. Un ragazzo senegalese di soli 17 anni è morto annegato nel pomeriggio di ieri, martedì 15 giugno, dopo essersi tuffato nel fiume Serio a Gorle, comune in provincia di Bergamo.

Ambulanza
Ambulanza (Marcodotto – AdobeStock)

Il giovane Seck Ibrahim, secondo quanto riferisce la stampa locale e la redazione de Il Giorno, si era recato al fiume insieme al fratello e due amici. Qui ha deciso di fare un bagno, ma improvvisamente non è più riemerso suscitando la preoccupazione degli amici e del fratello che hanno immediatamente lanciato l’allarme.

Leggi anche —> Ragazzo precipita dal quinto piano di un hotel e muore: indagini in corso

Presso il luogo indicato dal gruppo sono arrivati i vigili del fuoco, i sommozzatori di Treviglio e di Milano ed il personale medico del 118. Le squadre di emergenza hanno avviato le ricerche che, purtroppo si sono concluse, dopo circa un’ora e mezza, con il tragico ritrovamento del corpo senza vita di Seck.

Leggi anche —> Dramma alle cascate: morta una donna, gravissimo l’amico

Intervenuti per le verifiche del caso i carabinieri e gli agenti della Polizia Locale che stanno cercando di capire cosa sia accaduto al giovane.

Avetrana: l'omicidio di Sarah
Carabinieri (foto di djedj da Pixabay)

Non è chiaro se il 17enne possa essere stato colpito da un malore mentre si trovava nel fiume o possa avere influito la potenza dell’acqua considerando che, scrive Il Giorno, Isack si sarebbe tuffato in un punto dove la corrente è forte poiché nei pressi di una diga.