Pandemia: monitoraggio dell’Iss, cosa cambia da lunedì

Roberto Speranza firmerà le ordinanze che favoriranno il passaggio in fascia bianca di altre sei regioni 

monitoraggio Iss
(Getty Images)

Il consueto appuntamento con il monitoraggio del venerdì da parte dell’Iss non ha disatteso le speranze di quanti prevedevano un’Italia praticamente tutta bianca. I dati dell’ultima settimana, infatti, rassicurano ancora una volta. Unico neo, l’indice Rt che sarebbe in leggera risalita.

In giornata dunque il ministro della salute, Roberto Speranza, firmerà le ordinanze per l’esecuzione del passaggio in fascia bianca di altre sei regioni. Quanto all’Rt, l’indice di contagio che risulta essere in lieve risalita, il passaggio dallo 0.68 allo 0.69, non sarebbe significativo secondo quanto affermato dai tecnici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Coronavirus, il bollettino del 17 giugno: 1.325 nuovi casi e 37 decessi

Pandemia: situazione in miglioramento in tutte le regioni, tranne una

monitoraggio Iss
(Photo by Octavio Jones/Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Pandemia: Green Pass, a cosa serve e come ottenerlo

La situazione epidemiologica italiana, dunque, continua a presentare miglioramenti: a livello nazionale, infatti, si registra un calo d’incidenza dei casi che, ogni 100 mila abitanti, è passata da 25 a 17. L’unica regione che invece dovrà ancora attendere per un cambio di fascia, almeno un’altra settimana,  è la Val d’Aosta.

Per tutte le altre invece, da lunedì prossimo, cambieranno le cose e così anche Toscana, Marche, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia, e l’Alto Adige potranno finalmente riassaporare una condizione di “normalità”. Anche la situazione regione per regione è in netto miglioramento: tutte presentano, infatti, meno di 50 casi settimanali. Per Liguria, Molise e Sardegna, anzi, l’incidenza è inferiore persino ai 10 casi.

Una situazione, insomma, che fa felice tutto il Paese. La scorsa settimana in Italia si è registrato un netto calo del numero di nuovi casi, dei soggetti isolati presso il domicilio, dei ricoveri in terapia intensiva e dei decessi che, in diminuzione progressiva e da 9 settimane, si aggirano intorno alla media dei 59 al giorno. Con questa, sono ben 13 le settimane consecutive che confermano una tale diminuzione. Ma sarebbe in calo anche il numero delle persone testate.

monitoraggio Iss
(Getty images)

La speranza, comunque, è che la tendenza al miglioramento perduri nonostante lo spettro della variante Delta che, allo stato attuale, è quella maggiormente temuta.