Si tuffa nel lago per fare un bagno: ragazzo perde la vita

Un ragazzo, nella giornata di ieri, è morto dopo aver accusato un malore mentre faceva un bagno nelle acque del Lago di Garda a Peschiera (Verona).

Lago
(Getty Images)

Dramma a Peschiera, in provincia di Verona. Nella giornata di ieri, giovedì 17 giugno, un ragazzo – la cui identità resta ancora ignota, in quanto non in possesso di documenti- è deceduto dopo essere stato colpito da un malore mentre faceva il bagno nel Lago di Garda.

Il giovane tuffatosi in acqua avrebbe avvertito un forte malessere iniziando ad annaspare. Notato lo stato di pericolo in cui versava, altri avventori avrebbero contattato immediatamente i soccorsi. A nulla è servita la disperata corsa presso l’Ospedale di Pescheria: purtroppo il suo cuore, giunto presso il nosocomio, ha smesso di battere.

Peschiera, ragazzo muore colpito da un malore mentre faceva il bagno nel Lago di Garda

Una tragedia quella registratasi ieri sulla sponda veronese del Lago di Garda. Un ragazzo di origini straniere avrebbe deciso di concedersi un bagno ristoratore nelle fresche acque.

Guardia Costiera
Guardia Costiera (MarcoBagnoli Elflaco ​- AdobeStock

Purtroppo, mentre nuotava, avrebbe accusato un malore, iniziando ad annaspare. Una circostanza non passata inosservata ad altri avventori che immediatamente hanno allertato i soccorsi.

Leggi anche —> Giornata al mare si trasforma in tragedia: uomo muore sotto gli occhi dei familiari

Sopraggiunta in tempi ristrettissimi la Guardia Costiera, un’unità dei carabinieri e la squadra nautica di Peschiera ed anche i Vigili del Fuoco, riporta la redazione di QuiBrescia. Il ragazzo dopo essersi inabissato, sarebbe riuscito a fare per pochi secondi capolino sullo specchio dell’acqua, ma si è trattato di una frazione di secondo prima che rimpiombasse in fondo.

Leggi anche —> Colto da un malore davanti ai colleghi: morto un operaio di 37 anni

Purtroppo, stante la scarsa visibilità dettata dai detriti, le operazioni di recupero sono state difficoltose, allungando i tempi di intervento. Una volta trovato il corpo sono stati avviati i tentativi di rianimazione. Dopo un primo soccorso sul posto, i sanitari hanno disposto l’immediato trasporto in Ospedale. Giunto presso il nosocomio di Peschiera, però, il cuore del ragazzo ha smesso di battere.

Avetrana: l'omicidio di Sarah
Carabinieri (foto di djedj da Pixabay)

Il giovane era privo di documenti d’identità. Adesso le forze dell’ordine dovranno provvedere a scoprirne le generalità ed informare i parenti.