Michele Merlo, la fidanzata si sfoga tra le lacrime: “Mi hai dato l’infinito”

Michele Merlo, le ultime parole della fidanzata Luna che hanno commosso il web: “Non mi hai mai fatto mancare niente, mi hai regalato l’infinito” 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

U n  p o s t   c o n d i v i s o   d a   M i c h e le   M e r l o   (. @m i c h elemerlo)

Michele Merlo è scomparso circa dieci giorni fa e ha lasciato un vuoto incolmabile nelle vite di tutti quelli che lo hanno amato. Aveva soltanto 28 anni e tutta una vita davanti da vivere, eppure se n’è andato via troppo presto e da un giorno all’altro a causa di una leucemia fulminante. La tragedia ha spiazzato così tanto tutti che è stato difficile metabolizzare questo dramma. In questi giorni Michele ha ricevuto l’ultimo saluto da parte di tutti quelli che lo hanno amato: tra questi la sua fidanzata Luna che ancora oggi piange la sua scomparsa.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE –> “Maschile Singolare” racconta l’indipendenza e l’importanza dell’amore (per se stessi)

Michele Merlo, una terribile tragedia. Le parole della fidanzata Luna

Luna, tra le lacrime, ha salutato per l’ultima volta il suo amato Michele. “Cavolo se mi manchi” ha detto, tra le lacrime. Con un dolore nel cuore che si porterà dietro per tutta la vita. “Il nostro destino ci ha scelti. Grazie a te, al tuo amore e a quello che mi hai insegnato adesso so che cosa voglio, cosa merito. Non ti deluderò. Se mi chiedessero cosa è mancato nel nostro rapporto finito troppo presto, risponderei nulla. Mancano i viaggi, i compleanni, i Natali, ma rispetto a quello che mi hai dato queste sono tutte cose superficiali, tu mi hai dato sostanza, tu mi hai dato l’infinito“.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE –> Sangiovanni a Verissimo: si racconta: “Io? Sono sempre stato diverso”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Michele Merlo (@michelemerlo)

Luna aveva pubblicato alcune foto sul proprio profilo di lei e Michele in occasione della sua scomparsa, ma fino a questo momento avevano tenuto sempre la loro storia lontana dai riflettori in modo da proteggerla.