Follia amicida, 41enne uccide la moglie e strangola il figlio

Follia omicida per un 41enne messicano. Ha ucciso sua moglie ed ha strangolato il figlio. Paese senza parole. 

Ambulanza
Ambulanza (Marcodotto – AdobeStock)

Un uomo di 41 anni di origine marocchina ha ucciso a Milano sua moglie, connazionale di 48 anni, ed ha tentato di strangolare suo figlio di 18 anni. Il paese è sotto shock per l’accaduto. Il raptus di follia si è consumato in pochi minuti.

L’uomo è stato arrestato e si trova nel carcere di San Vittore, la coppia ha tre figli, due sono minorenni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —–> Giallo sul lago, un uomo morto e degli abiti da donna: indagano gli inquirenti

Il figlio ha finto di morire, così si è salvato

Carabinieri
(bepsphoto- AdobeStock)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ——> Mascherina all’aperto, abolizione dell’obbligo in estate? La possibile data

Ha ucciso la moglie e cercato di strangolare il figlio di 18 anni, un 41enne marocchino è stato trasferito al carcere di San Vittore. Da una prima ricostruzione è emerso quanto segue.

Ieri mattina il 18enne stava dormendo sul divano di casa , quando si è svegliato si è trovato il padre di fronte ed ha cercato di parlargli. Tra i due uomini i rapporti non erano perfetti ed infatti il ragazzo ha evitato qualsiasi conversazione con lui. Il padre si è allontanato ed è tornato alla carica con in mano una cintura di nylon, l’uomo ha esordito dicendo: “ho ammazzato tua madre e ora tocca a te”. 

Il padre ha cercato di strangolare il figlio che inizialmente ha opposto resistenza, durante la colluttazione ha finto di svenire ed è caduto in terra. Quando ha aperto gli occhi i soccorsi erano già entrati in casa.

A dare l’allarme è stato il fratello 15enne  che ha avvisato i vicini di quanto stesse succedendo. L’uomo si è barricato in bagno ed ha tentato di suicidarsi. Non essendo in pericolo di vita è stato dimesso dall’ospedale con una prognosi di 10 giorni, dopo essere stato medicato e curato è stato portato in caserma.

Violenza donne
(Nino Carè – Pixabay)

Durante l’interrogatorio il 41enne si è avvalso della facoltà di non rispondere, nelle prossime ore sarà eseguito l’interrogatorio di garanzia e l’autopsia sul corpo della moglie morta. Si cercherà di capire quale sia stata la causa del decesso della donna di 48anni trovata con un taglio nell’arcata sopraccigliare e delle macchie agli occhi, non si esclude il soffocamento.