Saman Abbas, fratello rivela agli inquirenti dove si troverebbe il corpo

Il fratello di Saman Abbas avrebbe aggiunto particolari alla sua testimonianza riferendo il luogo in cui sarebbe stato occultato il cadavere della 18enne.

Saman Abbas
Saman Abbas (screenshot Chi l’ha visto?)

Accuse pesanti quelle lanciate dal fratello 16enne della giovane Saman Abbas nel corso dell’incidente probatorio tenutosi dinnanzi al Gip di Reggio Emilia. “L’ha uccisa lo zio Danish” queste le sue parole, che hanno confermato ulteriormente i timori già forti che la 18enne potesse essere stata vittima di un omicidio.

L’adolescente, avrebbe inoltre arricchito le sue dichiarazioni rivelando anche il luogo in cui il corpo della sorella sarebbe stato occultato.

Saman Abbas, nuove dichiarazioni del fratello: indicato luogo dove si troverebbe il corpo

Il fratello di Saman conoscerebbe il luogo in cui dove si trova occultato il corpo della sorella. E, stando a quanto riporta Tgcom24, lo avrebbe riferito alle Forze dell’Ordine.

Carabinieri
(Stefan Wolny – AdobeStock)

Leggi anche —> Saman Abbas, l’agghiacciante dichiarazione del fratello davanti ai giudici

La testimonianza resa dinnanzi al Gip di Reggio Emilia sarà una prova fondamentale nel momento in cui dovesse aprirsi un processo per omicidio. Fino ad oggi era sconosciuta la circostanza per la quale il giovane avesse dichiarato di sapere dove fosse occultato il corpo. Anzi, era noto che l’adolescente aveva affermato l’esatto opposto ossia di non averne idea. Eppure, riporta la redazione di Tgcom24, al Giudice avrebbe riferito un particolare, un’indicazione su dove poter cercare.

I Carabinieri hanno, quindi, reso noto che nel corso della settimana saranno implementate le attività di ricerca intorno all’azienda dove la famiglia Abbas viveva e lavorava. Proprio il luogo in cui in alcuni filmati si sarebbero visti i parenti della giovane con in mano alcuni attrezzi come secchi e pale.

Le autorità dovranno passare al setaccio tutte le serre che sino ad oggi non sono state ispezionate. Proprio lì, stanti le dichiarazioni raccolte, potrebbe trovarsi la soluzione al caso.

Le autorità sin da subito hanno condotto le indagini ipotizzando che potesse essersi trattato di un omicidio. La giovane Saman nel novembre del 2020 si era opposta ad un matrimonio combinato. I genitori le avrebbero imposto di tornare in Pakistan per sposare un cugino, ma lei si sarebbe sottratta alla scelta fuggendo via di casa e rimanendo – per svariato tempo- ospite di una struttura di assistenza nel bolognese.

Leggi anche —> “Chi l’ha visto”, il fidanzato di Saman: rivelazioni incredibili

È lì che la ragazza si sarebbe avvicinata ai costumi occidentali che aveva deciso di seguire. Aveva anche un fidanzato al quale rivelò, una volta tornata a casa, i propri timori circa il fatto che le sarebbe successo qualcosa di brutto.

Saman Abbas
Saman Abbas (screenshot Chi l’ha visto?)

Fu proprio lui, dopo aver ricevuto un audio inquietante su Whatsapp ad allertare le Forze dell’Ordine e far scattare le ricerche per ritrovare la giovane.