Ezio Greggio in politica: la verità sulle sue preferenze

In un’intervista il conduttore Ezio Greggio racconta la sua esperienza in televisione in parallelo a vicissitù politiche.

Ezio Greggio politica verità preferenze
Ezio Greggio (Getty Images)

Dal suo esordio da cabarettista nel 1978 al suo più moderno approdo a “Striscia La Notizia“, il conduttore Ezio Greggio, ha raccontato in una recente intervista alcuni trascorsi e delle salienti esperienze che hanno segnato la sua carriera mentre si apprestava a svolgere quei “famosi” primi passi nel panorama televisivo italiano di quegli anni.

E’ un racconto disincantato. Ma nel quale appare fiero delle decisioni e della posizione assunta in determinate circostanze decisive per il suo percorso professionale. Quest’ultima, raccontata ultimamente, risulta essere perciò un modo di precisare alcuni lati della sua personalità in un contesto molto circoscritto. Ed in particolare di quello televisivo nella metà degli anni ’80. Al contempo però il racconto riguarderà anche su certe dinamiche sulla politica della stessa epoca, ma in tal caso come sua relativa opponente.

Leggi anche —>>> “Non mi hanno battezzata” baci da Elodie in una tigrata bomba di sensualità – FOTO

Ezio Greggio, la verità sulla politica “Sto con le brave persone”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ezio Greggio (@ezio_greggio)

Potrebbe interessarti anche —>>> Olimpiadi, a sorpresa un artista internazionale approda in Rai per l’apertura

Entrambe le facce della medaglia dunque per il conduttore nell’intervista. Presi in causa partiti come Forza Italiana, il Partito Democratico, o alcuni politici in particolare, ma al di là delle belle parole, la sostanza sembra la stessa. Anche se analizzata in retrospettiva e sul corso degli anni. Lo stesso Ezio afferma in seguito la sua posizione nella vita, come fece  in passato nelle pagine de “Il soldato Nereo“. Da qui il suo schietto: io “sto con le brave persone“.

Nonostante le offerte ricevute in merito alla sua associazione o alla sua approvazione su alcune preferenze politiche, il celebre conduttore televisivo ad oggi racconta di come non avrebbe assolutamente acconsentito a cambiare i suoi progetti in virtù di pressioni altrui. Fra questi nomi pare sia comparso nel racconto anche quello dell’ex premier Silvio Berlusconi, il quale non sarebbe stato pienamente d’accordo ad una determinata trasmissione proprio negli anni di “Drive In“, che dichiara tra l’altro abbia riscontrato degli ottimi ascolti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ezio Greggio (@ezio_greggio)

Perciò, analizzato gli avvenimenti precedentemente presi in causa e le rispettive scelte intraprese da Greggio, il conduttore ha deciso di chiarire concludendo così il suo discorso: “mi spiace deludere chi mi vede da una parte o dall’altra”, ma sostanzialmente vuole definirsi, come già fece in passato, intenzionato a voler continuare per la sua strada.