GIOIA, il brand solidale che riscatta la dignità e dà lavoro alle persone ai margini della società

I ragazzi di GIOIA, un brand solidale con sede ad Aversa nel casertano, hanno concesso un’intervista a YESLIFE Magazine: il racconto della loro storia importante e necessaria

Gioia brand solidale riscatta dignità lavoro
GIOIA (Foto di YesLife Magazine)

GIOIA nasce lo scorso 8 dicembre in piena emergenza sanitaria da Covid. È il primo brand solidale in Italia e ha sede ad Aversa in provincia di Caserta. Nasce all’interno della Caritas diocesana che ha come obiettivo quello di favorire l’inclusione delle persone che sono al margine della società. All’interno dell’organismo pastorale c’è una casa di accoglienza chiamata “Gratis Accepistis”. Negli anni i volontari e gli operatori della Diocesi si sono accorti che l’esigenza principale ricercata dai loro ospiti era ed è il lavoro. Durante il lockdown attraverso la manodopera e la creatività di queste persone è nato GIOIA. Tutto il ricavato delle vendite dei vari prodotti, dalle magliette alle borse, borselli, braccialetti, mascherine e vari accessori va interamente in beneficenza.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Intervista a Tommaso Primo per “Favola nera”: “Anche nelle tenebre si incontrano angoli di paradiso”

Gioia brand solidale riscatta dignità lavoro
GIOIA (Foto di YesLife Magazine)

“Questi oggetti vengono creati all’interno di un laboratorio dai nostri ospiti – racconta Paco, uno degli operatori della Caritas di Aversa –. Ci chiamiamo GIOIA perché è l’unico sentimento che se si condivide si raddoppia e nel nostro logo c’è anche il sorriso sotto la scritta proprio per questo motivo. Nasce e cresce come mezzo di riscatto per chi è al margine. I nostri ospiti lavorano insieme ai volontari e c’è, ad esempio, una suora che insegna la sartoria e quindi l’uso delle macchine. Altri volontari mostrano come si adoperano i tessuti e come si usano i filati. Vogliamo dare quindi non l’elemosina ma la dignità a queste persone”.  

La maggior parte degli ospiti che arrivano in Caritas non hanno più una casa o un lavoro o una famiglia. Si ritrovano per strada a dormire. “Diamo loro un pasto, un letto e un lavoro – continua Paco -. Sono storie simili che vengono da un dramma come ex alcolisti o ex prostitute. C’è anche un’altra cooperativa chiamata New Hope in cui donne che prima stavano per strada adesso lavorano per fabbricare borse. Abbiamo collaborato insieme a quest’altra realtà di Caserta”.

“Ogni prodotto è unico – prosegue -, fatto artigianalmente e sono pezzi di stoffa unici, fatti ognuno in due giorni di lavoro. Gli introiti delle vendite servono per favorire i contratti di lavoro con contributi e tutto a norma di legge. Molti diventano anche sarti professionisti e quindi vengono agevolati per poter camminare da soli. Con lo store online – conclude l’operatore della Caritas abbiamo coperto tutte le regioni d’Italia e vendiamo a clienti privati a cui piace ciò che facciamo”. 

Gioia brand solidale riscatta dignità lavoro
GIOIA (Foto di YesLife Magazine)

“Abbiamo creato lo spot sulla nostra pagina web utilizzando il brano omonimo ‘Gioia’ del cantante napoletano Tommaso Primo perché oltre allo stesso nome, il testo sposa appieno i nostri valori e ne condividiamo il messaggio”.