Scialpi. Gli insulti al cantante sui social finiscono in tribunale. Parole oltraggiose

Scialpi. Il cantante divenuto una grande celebrità negli anni ’80 è stato oggetto di insulti e parole vergognose sui social. Non ha lasciato correre e scatta la denuncia. Cosa è successo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Shalpy (Scialpi) (@shalpyscialpi)

Classe 1962, il cantante Scialpi ha avuto un periodo di massimo splendore e successo mediatico intorno agli anni ’80. Un vero e proprio idolo per i giovani di quell’epoca, finì alla ribalta con brani celebri come “Rocking Rolling”, “Cigarettes and Coffee” e “No East No West”. Nel 1988 vinse addirittura il Festivalbar, in duo l’interprete britannica Scarlett, grazie al brano “Pregherei”.

Dopo questa fase di popolarità estrema, sono seguito periodi alterni di alti e bassi, fino ad arrivare nel gennaio dell’anno corrente quando lui stesso ha dichiarato apertamente di vivere in una situazione difficile e di precarietà economica.

Oggi Scialpi ritorna a far parlare di sè a causa di violenti insulti giunti a suo carico attraverso i suoi canali social. Cosa è accaduto.

Scialpi insultato sul web. Scatta la denuncia del cantante

Le proprie azioni hanno sempre conseguenze. Molti si sentono protetti nell’esprimere parole e concetti “mascherati” da uno schermo di un dispositivo digitale, non considerando che, anche in quel caso, non è consentito in alcun modo ledere la dignità altrui.

LEGGI ANCHE -> Fedez nei guai, il video della sua hit estiva rischia il ritiro? Pesanti accuse

Premesso questo, raccontiamo cosa è accaduto al cantante Scialpi, finito nel mirino dei leoni da tastiera a causa dell’hashtag #loveisintheair, ultimamente in trend sul social network Twitter. L’interprete originario di Parma ha pubblicato la sua cover del brano si John Paul Young proprio dal titolo Love is in the air. Qualcuno ha commentato in questo modo: “Ma fatemi capire, ma Shalpy, il cantante italiano, crede che oggi #loveisintheair sia di tendenza per la sua canzone?“.

Scialpi ha risposto stizzito: “Sei così cretina che non capisci che sto cavalcando l’onda?“. Le parole accese hanno scatenato un battibecco impressionante tra chi difendeva l’artista e chi, invece, gli andava contro, fino ad arrivare a un sondaggio canzonatorio lanciato da un’utente che chiedeva chi fosse più bella tra lei e Scialpi. Qualcuno ha replicato con questo messaggio: “Te! Mille volte, Scialpi è un culatt*n“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> La classifica FIMI dei singoli ha un nuovo numero uno: chi ha declassato “Malibù”

Il cantante ha deciso di agire per vie legali proprio in merito all’ultimo concetto. “E qui parte la denuncia alla polizia. Questo è un altro che finirà in tribunale penale”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Shalpy (Scialpi) (@shalpyscialpi)

Ricordiamo che giugno è il mese del Pride Month ma, a quanto pare, la strada è ancora lunga per veder sparire i gesti discriminatori nei confronti degli appartenenti alla comunità LGBTQ+