Bambino scomparso al Mugello, in mattinata l’epilogo: i dettagli

Il bambino scomparso da ieri da Palazzuolo sul Senio, nel Mugello(Firenze), è stato ritrovato vivo questa mattina dalle squadre di ricerca.

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco (Fabio Caironi – Adobe Stock)

Si sono concluse con un lieto fine le ricerche di Nicola Tanturli, il bambino di neanche due anni scomparso da ieri da Palazzuolo sul Senio (Firenze), nel Mugello. Questa mattina, il piccolo è stato trovato vivo in una scarpata vicino casa e starebbe bene. A confermarlo anche il sindaco del comune nel fiorentino, Gian Piero Moschetti.

Bambino scomparso al Mugello, lieto fine nelle ricerche: Nicola trovato vivo

Nella mattinata di oggi, mercoledì 23 giugno, a distanza di circa 24 ore dalla sua scomparsa, è stato ritrovato Nicola Tanturli, il piccolo di due anni di cui si erano perse le tracce nella giornata di ieri da Palazzuolo sul Senio, comune nel Mugello, in provincia di Firenze.

Carabinieri
(bepsphoto- AdobeStock)

Dopo l’allarme lanciato dai genitori, era stata attivata la macchina delle ricerche alle quali hanno preso parte i vigili del fuoco, i carabinieri, la protezione civile e il Soccorso Alpino. Le squadre, formate da circa duecento persone, hanno battuto palmo a palmo la zona sino a questa mattina quando il piccolo è stato trovato da un giornalista della trasmissione Rai “La Vita in Diretta“. Nicola, scrive la redazione di Leggo, era in una scarpata, distante circa 2,5 chilometri dalla sua abitazione.

Leggi anche —> Ragazza e amico trovati senza vita in un canale: indagini in corso

Adesso i sanitari sul posto porteranno in elisoccorso il bimbo in un ospedale delle vicinanze per valutare le sue condizioni e per gli accertamenti del caso.

Leggi anche —> Ragazzo trovato morto sui binari della stazione: indaga la Polizia

A comunicare la notizia è stata inizialmente la Prefettura di Firenze, poi la conferma del primo cittadino del di Palazzuolo, Gian Piero Moschetti. Il sindaco ha spiegato che il bambino fortunatamente sarebbe in buone condizioni di salute.

Eliambulanza
Eliambulanza (Silvano Rebai- Adobe Stock)

La madre, secondo quanto ricostruito, aveva messo a letto Nicola intorno alle 19 di lunedì, poi sarebbe ad occuparsi dell’orto e degli animali, insieme al figlio e al marito. Tornata in casa si è accorta che il piccolo non era più a letto e con i familiari lo aveva cercato nei dintorni. Al mattino seguente, scrive Leggo, la famiglia si è rivolta alle forze dell’ordine facendo scattare le operazioni conclusesi oggi.