Orrore al parco: donna uccisa a coltellate mentre prende il sole in riva al fiume

Stamane, una donna è stata uccisa a coltellate mentre prendeva il sole in un parco di Moriago della Battaglia, in provincia di Treviso.

Carabinieri
(Claudio Caridi – AdobeStock)

Uccisa a coltellate mentre prendeva il sole in riva al fiume Piave. Questo il tragico destino di una donna di 33 anni che sarebbe stata assassinata nella tarda mattinata di oggi a Moriago della Battaglia, in provincia di Treviso. Dalle prime informazioni, pare che la vittima stesse prendendo il sole quando un uomo si sarebbe avvicinato e l’avrebbe colpita con alcuni fendenti. Dei passanti, vedendo il corpo in una pozza di sangue, hanno chiamato i soccorsi. In mattinata, pare che un uomo, coetaneo della vittima, si sia costituito ai carabinieri presentandosi in caserma.

Treviso, donna accoltellata e uccisa mentre prende il sole al parco: si è costituito un uomo

Una donna di 33 anni, di cui non sono state rese note le generalità, è stata assassinata nella mattinata di oggi, mercoledì 23 giugno, a Moriago della Battaglia, piccolo comune in provincia di Treviso.

Ambulanza
Ambulanza (ChiccoDodiFC- AdobeStock)

La vittima, stando a quanto appreso dalla redazione di Fanpage, sarebbe stata colpita con diverse coltellate mentre prendeva il sole sulla riva del fiume Piave, presso il parco dell’isola dei Morti. Ad accorgersi del corpo, riverso in un lago di sangue, alcuni passanti che hanno immediatamente composto il numero per le emergenze.

Leggi anche —> Omicidio nei pressi della stazione metro: uomo ucciso a coltellate davanti ai passanti

Presso il parco è arrivata un’ambulanza del 118 con a bordo i medici che, purtroppo, non hanno potuto far nulla per la giovane donna. Lo staff sanitario ha dichiarato il decesso sul posto.

Leggi anche —> Dramma nel centro città: ragazza si toglie la vita gettandosi da un balcone

Immediato anche l’intervento dei carabinieri del nucleo investigativo e della Compagnia di Vittorio Veneto che hanno subito avviato le indagini per risalire al colpevole e determinare i dettagli del delitto. Poco più tardi, riferisce Fanpage, un uomo si sarebbe presentato presso la caserma di Valdobbiadene per costituirsi. L’uomo è stato poi condotto in carcere a Treviso.

Carabinieri
Carabinieri (marcodotto – Adobe Stock)

Non è chiaro quali fossero i rapporti tra l’uomo presentatosi in caserma e la 33enne, circostanza su cui sono in corso gli accertamenti. Gli inquirenti non escludono che i due non si conoscessero e che possa essersi trattato di un raptus omicida.