Covid-19, il bollettino del 24 giugno: 927 nuovi casi e 28 morti

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi giovedì 24 giugno, ha comunicato i numeri dell’epidemia da Covid-19 in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Aggiornato lo stato dell’epidemia da Covid-19 diffusasi in Italia. Stando all’odierno bollettino del Ministero della Salute, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza sono saliti a 4.255.700 con un incremento rispetto a ieri di 927 unità. Ancora in calo i soggetti attualmente positivi pari a 62.309 (-6.310) e i pazienti in terapia intensiva (-16) che risultano essere 328 in totale. I guariti sono 4.066.029 ossia 6.566 in più rispetto a ieri. Purtroppo si aggrava il bilancio delle vittime con 28 decessi registrati nelle ultime 24 ore che hanno portato il totale a 127.362.

La Regione Abruzzo, si legge nelle note, ha eliminato dal totale un caso in quanto duplicato. Il Friuli Venezia Giulia segnala un ricalcolo dei casi positivi, delle persone testate, dei tamponi effettuati, dei soggetti guariti e dei decessi attribuiti a Covid-19. Le differenze riscontrate fanno riferimento al periodo tra il 24 giugno 2020 e il 14 giugno 2021. La Regione specifica che l’incremento odierno dei decessi è pari a 2 e dei casi confermati pari a 25. Il Veneto comunica che il numero dei casi confermati da test antigenico è diminuito rispetto a ieri, in quanto i test confermati da molecolari sono stati ricollocati. L’incongruenza dei decessi (-3 rispetto a ieri), invece, sembra da riferirsi ad una riattribuzione a decessi non covid correlati.

Covid-19, bollettino: i numeri in Italia di lunedì 23 giugno

Pubblicato ieri il bollettino odierno con i dati relativi all’epidemia da Covid-19 diffusasi in Italia da oltre un anno. Stando alla tabella sanitaria del Ministero della Salute, i casi di contagio complessivi erano saliti a 4.255.434.

Coronavirus
(Getty Images)

Decresceva il numero dei soggetti attualmente positivi pari a 68.619 e quello dei pazienti ricoverati in terapia intensiva che risultavano essere 344 in totale. Le persone guarite dall’inizio dell’emergenza erano  4.059.464. Il bilancio totale delle vittime nel nostro Paese saliva a 127.352.

La Regione Emilia Romagna, si leggeva nelle note, eliminava 4 casi dal totale, positivi a test antigenico ma non confermati da test molecolare. La Liguria segnalava di aver ricevuto da un laboratorio privato 193 tamponi positivi relativi al periodo febbraio-maggio 2021, riferiti a soggetti già guariti. La Regione specificava, dunque, che i nuovi positivi di ieri erano 10.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 23 giugno: 951 nuovi casi di contagio e 30 vittime

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di martedì 22 giugno

Il Ministero della Salute ha aggiornato martedì, come di consueto, lo stato relativo all’epidemia da Covid-19 diffusasi in Italia. Stando al bollettino, le persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza erano 4.254.294. Risultava ancora in calo il dato dei soggetti attualmente positivi pari a 72.964 e quello dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva che ammontavano a 362 in totale. Le persone guarite complessive salivano a 4.054.008. Continuava ad aggravarsi il bilancio delle vittime giunto a 127.322.

La Regione Emilia Romagna, si leggeva nelle note, eliminava 1 caso, positivo a test antigenico ma non confermato da test molecolare.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 22 giugno: 835 nuovi casi e 31 decessi

Certificazione Verde Covid-19, tutto quello che c’è da sapere: come ottenerla e quanto dura

Il Governo ha pubblicato sul proprio sito le Faq relative alla Certificazione Verde o cosiddetto Green Pass. I dubbi dei cittadini sono stati molti, ma le Istituzioni sono intervenute tempestivamente affinchè ogni aspetto fosse chiaro.

In primis è stato specificato a cosa serve il documento: consentirà di viaggiare, prendere parti ad eventi e molto altro. Sono state spiegate poi le condizioni che devono ricorrere per il suo rilascio: aver completato il ciclo vaccinale (validità 270 giorni). Se, invece, è stata somministrata una sola dose verrà reso disponibile dopo 15 giorni e sarà valido sino alla data di inoculazione della seconda dose. Ancora, essere risultati negativi al Covid dopo regolare tampone, ma in questo caso avrà validità solo 48 ore. Infine, essere guariti dal Covid-19. Validità in quest’ultimo caso fissata in 6 mesi.

Per poter ottenere il proprio documento i cittadini potranno optare per differenti metodi. Il primo in maniera digitale, sfruttando le app IO e Immuni oppure attraverso il sito. L’utente riceverà un sms o un’e-mail con un codice definito AUTHOCODE. Quest’ultimo andrà inserito nei campi di rimando del sito governativo insieme alle ultime 8 cifre del codice fiscale. Così facendo si otterrà il proprio documento.

Ovviamente si è pensato anche a chi non ha dimestichezza con il digitale. In questo caso l’utente, rivolgendosi al proprio medico di famiglia, potrà richiedere che sia lui ad avanzare richiesta e provvedere alla consegna del certificato.

A partire dal 1 luglio il Green Pass sarà valido a livello europeo e consentirà ai cittadini di viaggiare in sicurezza. Ogni Paese potrà poi imporre regole specifiche agli arrivi in particolare valutando se la zona di proveniente rientra tra quelle a rischio. Dove ad esempio si è registrata una forte presenza di varianti.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Certificazione Verde Covid-19, tutto quello che c’è da sapere: come ottenerla e quanto dura

L’Italia, ha ad esempio imposto che tutti coloro i quali provengono dalla Gran Bretagna dovranno osservare 5 giorni di quarantena. Una scelta assunta all’esito della circolazione della variante Delta che sta arrecando non pochi problemi nel Paese d’Oltremanica.