Miriam, morta investita da un monopattino: arrestate le due accusate

Le due giovani sono state prese in custodia questo giovedì 24 giugno. Entrambe le infermiere erano ubriache al momento dell’incidente.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fotos Passeios Paris (@parisdomeujeito)

Nuovo aggiornamento sul caso di Miriam, la giovane italiana uccisa lo scorso lunedì (14 giugno), investita da un monopattino. Originaria di Capalbio, la 31enne toscana aveva abbandonato la nostra nazione per lavorare come cameriera in un piccolo ristorante a Saint-Germain-des-Prés, ubicato in rue Grégoire de Tours, nel VI arrondissement di Parigi. Il giorno della tragedia Miriam stava passeggiando lungo una banchina della Senna quando è stata letteralmente travolta da due ragazze a bordo di un monopattino elettrico. Il drammatico evento è avvenuto in tarda mattinata, intorno alle ore 12:40. A seguire le ultime dichiarazioni rilasciate nelle fonti ufficiali.

NON PERDERTI ANCHE >>> Tragico incidente stradale: morte quattro donne

L’arresto e i capi d’accusa alle due responsabili

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Giovane italiana morta investita da un monopattino elettrico

Secondo quanto riportano i media locali, le accusate stavano circolando ad alta velocità; di conseguenza l’impatto è stato così irruento da scaraventare con violenza la donna sul marciapiede. L’urto all’altezza del cranio si rivelò fatale: trasferita d’urgenza all’ospedale in prognosi riservata, per la giovane toscana non c’è stato nulla da fare. La donna è stata ritrovata dai soccorso priva di coscienza e in arresto cardiocircolatorio. Al suo arrivo all’ospedale Pitié- Salpêtrière, nel XIII arrondissement della capitale, le sue condizioni erano gravissime e i medici avevano dichiarato l’avvio al ricovero in stato di morte cerebrale.”

Due giorni dopo la paziente è stata dichiarata morta dal personale medico. La notizia è stata confermata dalla gendarmeria locale. Nella fonte ufficiale si legge che, a seguito dell’incidente, le due imputate non si sono fermate per soccorrere la vittima e si sono date alla fuga. L’inchiesta è stata affidata al servizio giudiziario degli incidenti (STJA) della Prefettura di polizia di Parigi. Dopo una lunga attività di ricerca, la squadra di polizia è riuscita a localizzare e catturare le due responsabili. L’arresto è avvenuto nelle rispettive abitazioni delle due imputate; precisamente a Noisy-le-Grand (Seine-Saint-Denis) e Villiers-sur-Marne (Val-de-Marne).

Le due giovani sono accusate di omicidio colposo con l’aggravante dell’omissione di soccorso stradale.

Fonte Actu 17