Violenta esplosione per fuga di gas: almeno 7 morti e 400 feriti

Almeno 7 gli immobili della capitale colpiti dalla deflagrazione di questa domenica 27 giugno. Tra le vittime anche pedoni e passeggeri.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raihan Rafi (@_raihanrafi_)

Almeno 7 morti e 400 feriti, così riporta l’ultimo bollettino relativo all’esplosione in Bangladesh di domenica 27 giugno. La violenta deflagrazione, probabilmente innescata da una fuga di gas, ha colpito la città più popolosa, nonché capoluogo del Paese Dacca. Stando a quanto riferiscono le dichiarazioni ufficiali dei vigili del fuoco e della polizia, lo scoppio ha provocato ingenti danni, quali il crollo di un intero edificio nel quartiere della capitale, quello di Mogbazar, vicino a Tejgaon. A riferirlo è stato il commissario della polizia metropolitana Shafiqul Islam. Nelle fonti ufficiali, citate dal notiziario The Hindu, le autorità locali non forniscono ulteriori dettagli e si limitano a menzionare la distruzione di veicoli, mezzi pubblici e altri edifici adiacenti. A seguire alcune testimonianze.

NON PERDERTI ANCHE >>> Attacco con coltello: i criminali gettano le due vittime nel fiume

“Schegge di vetro, macerie e cemento per le strade”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da R I D O Y 🥱 (@_ridoy.roy_)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> 16 residenti del villaggio uccisi da un elefante canaglia

L’esplosione è avvenuta in prima serata, intorno alle ore 20:00, in un edificio nella zona di Moghbazar a Dacca. Ad annunciarlo è un addetto della sala antincendio Faisalur Rahman. Stando a quanto testimoniato dal funzionario, “almeno sette edifici sono stati danneggiati a causa nell’impatto dell’esplosione.” La notizia trova conferma anche nelle dichiarazioni della polizia locale, la quale ha contato finora almeno 7 vittime. Durante la conferenza stampa la squadra delle forze dell’ordine ha tuttavia sottolineato che il bollettino è solo provvisorio e il numero dei decessi potrebbe aumentare col passare delle ore. Gli alti funzionari non sono ancora stati in grado di determinare con certezza la natura dell’esplosione e la teoria prevalente ipotizza il fattore contribuente in una potenziale fuga di gas.

Si è trattato di una grande esplosione. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco e l’unità specializzata antiterrorismo della polizia metropolitana di Dacca. […] I colleghi stanno indagando sull’origine dell’esplosione e sui conseguenti danni.“, ha riferito ai giornalisti il vicecommissario di polizia Sajjad Hossain. Altri testimoni hanno rivelato alcuni dettagli in quegli attimi di terrore: una vera scena di distruzione “con schegge di vetro, macerie e cemento per le strade.” Oltre ai residenti dell’edificio, l’elenco delle vittime comprende anche diversi pedoni e alcuni passeggeri di due autobus. “Mi è letteralmente passata sopra la testa una palla di fuoco”, ha raccontato Omar Sani, precisando che “all’improvviso è scoppiata una vera tempesta di schegge di vetro.”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Habib Ahmed (@habibahmed4293)

Sul posto sono accorsi ben 13 mezzi dei vigili del fuoco insieme all’unità di artificieri della polizia locale.

Fonte The Hindu, Sputnik, The Print