Salvo Sottile: cambierà tutto. In Autunno sarà rivoluzione. I dettagli

Grandi cambiamenti per la nuova edizione de “I Fatti Vostri”, Salvo Sottile spiega i dettagli per poi cimentarsi in un inedito racconto sulla sua infanzia. 

Salvo Sottile fatti vostri rivoluzione
Salvo Sottile (Getty Images)

Il noto conduttore e giornalista di origine sicula Classe 1973, Salvo Sottile, ha tenuto a dilungarsi nelle ultime ore con il suo pubblico per spiegare al meglio quali saranno i cambiamenti da mettere in atto a partire dallo prossima edizione de “I Fatti Vostri“. In questi anni la trasmissione, in onda su Rai Due a partire dalle ore 11, ha riscontrato senza ombra di dubbio un notevole successo. Eppure a partire da questo settembre si darà il benvenuto ad un’interessante nuova presenza.

Sottile specifica come sia pronto ad accogliere con gioia nel programma l’attrice e conduttrice finlandese, nata sotto il segno dell’Ariete e classe 1972, nonché dunque sua coetanea per un soffio, la meravigliosa Anna Falchi.

Leggi anche —>>> Barbara D’Urso, arrivano conferme: Mediaset trova le due sostitute, i nomi

Salvo Sottile, rivoluzione a “I Fatti Vostri” poi il disarmante racconto sulla sua infanzia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Salvo Sottile (@salvosottile_)

Potrebbe interessarti anche —>>>  “Dea” Federica Pellegrini si abbandona alla passione e lascia senza respiro – FOTO

Voglia di acqua“, stando alle parole pronunciare dal conduttore di soli tre giorni fa, ma ancor di più: “di nuovi orizzonti“. Per tal motivo il conduttore palermitano ha poi spiegato accuratamente le novità del nuovo palinsesto. Oltre all’approdo della sua co-conduttrice vi sarà fatta rientrare una realtà molto vicina a quella che si è presentata negli anni, seppur lontano dai riflettori, di fronte agli occhi di Salvo. Ad attirare infatti ancor più l’attenzione dei suoi telespettatori sarà il suo racconto inedito rispetto agli anni della sua infanzia, rilasciato alle pagine di “Tv Blog“.

Il conduttore si descrive all’epoca come un giovane alquanto curioso e racconta della sua crescita nella “meravigliosa città” di Palermo. Sicuramente un riscontro “difficile” per certi versi, data la sua propensione alla scoperta. “Ho vissuto tanto la strada” racconta Salvo senza remore, “di giorno e di notte“. E di come sia stata “dura tenere la barra dritta, ci vuole un attimo a ficcarti nei guai, a perderti, a passare dalla parte sbagliata“. Salvo guarda verso il sé infantile ed ammette di aver iniziato a lavorare a 14 anni. “Avevo fretta di essere autonomo. Ho lavorato nei campi, ho fatto il cameriere, ho venduto libri usati“. Poi vorrà approfondire anche la questione sulla sua famiglia, in particolare sul rapporto tra lui e suo padre. “Ci scontravamo spesso“, annuncia: “poi abbiamo capito il motivo, avevano un carattere simile. Mia madre è stata sempre il porto sicuro… Ti faceva tornare il sorriso in un attimo con una dolcezza disarmante“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Team Anna Falchi (@team_annafalchi)

Eppure gli ostacoli incontrati, quanto quello scorcio di vita in strada, ha fatto sì che Sottile conoscesse a fondo e sapesse dunque distinguere il bene dal male: “la gente, bella e brutta“. Consapevolezza che adesso è possibile riscontrare nella sua esperienza messa da lui a disposizione del piccolo schermo.