Scontro tra scooter e auto ad un incrocio: giovane chef perde la vita

Uno chef di 36 anni è morto nella notte tra lunedì e martedì in un incidente avvenuto a Sant’Egidio del Monte Albino, in provincia di Salerno.

Ambulanza
(R. Rose – Adobe Stock)

Terribile incidente stradale nella notte tra lunedì e martedì a Sant’Egidio del Monte Albino, in provincia di Salerno. Uno scooter ed un’auto si sarebbero scontrati ad un incrocio, nei pressi di un supermercato. Ad avere la peggio, l’uomo alla guida del ciclomotore, un 36enne noto chef di un ristorante di Pagani, ma residente ad Angri. Sul posto sono arrivati i soccorsi che non hanno potuto far nulla per il 36enne. I due occupanti della vettura coinvolta, un ragazzo ed una ragazza di 18 anni, sono rimasti feriti: il primo in maniera lieve, mentre sarebbe in condizioni gravi la giovane.

Salerno, scontro tra scooter e auto ad un incrocio: muore apprezzato chef di 36 anni

Lutto ad Angri per la morte dello chef Mario Zingone, deceduto in un drammatico incidente stradale avvenuto nella notte tra lunedì 28 e martedì 29 giugno a Sant’Egidio del Monte Albino (Salerno).

Incidente scooter
(lesterman – Adobe Stock)

Il 36enne, sposato e padre di quattro figli, secondo quanto riporta la redazione de Il Mattino, stava rientrando a casa alla guida del suo scooter. Per cause ancora in fase di accertamento, all’altezza dell’incrocio tra via Pepe Quarto e via Albanese, nei pressi di un supermercato, il mezzo a due ruote si è scontrato con una Hyundai I 10, a bordo della quale viaggiavano un ragazzo di 18 anni ed un’amica sua coetanea,. Un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo allo chef.

Leggi anche —> Si schianta con lo scooter contro un albero: muore ragazzo di 30 anni

In pochi minuti, sul posto sono arrivati diversi mezzi di soccorso del 118. I medici non hanno potuto far nulla per il 36enne. I due ragazzi a bordo della vettura sono stati trasportati in ospedale. Il 18enne, alla guida, avrebbe riportato solo lievi ferite, mentre è in condizioni serie l’amica che non sarebbe, però, in pericolo di vita.

Leggi anche —> Tamponamento a catena tra tir sull’autostrada: due morti

Intervenuti anche i carabinieri che stanno cercando di ricostruire la dinamica dello scontro ed accertare eventuali responsabilità. Dai primi riscontri, scrive Il Mattino, Zingone indossava regolarmente il casco, ma purtroppo non è bastato a salvargli la vita.

Carabinieri rinviano a giudizio
Carabinieri (Getty Images)

La notizia della morte del 36enne ha gettato nello sconforto la città di Angri, dove lo chef, originario di Castellammare di Stabia, viveva con la sua famiglia. Numerosi i messaggi di cordoglio apparsi nelle ultime ore sui social network.