Atterraggio di emergenza per colpa di un passeggero: incredibile ciò che ha fatto

Atterraggio di emergenza e panico tra passeggeri ed equipaggio su un volo della Lufthansa diretto da Monaco e Olbia. Il motivo incredibile ha causato disagi di proporzioni enormi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SpeedbirdHD (@speedbirdhd)

Ha destato ilarità e rabbia allo stesso tempo il video divenuto virale di una donna su un volo Ryanair che, tra sputi e insulti verso l’equipaggio e gli altri passeggeri, ha creato scompiglio nella tratta Ibiza – Orio al Serio, non volendo assolutamente indossare dispositivi di protezione individuale sul veivolo.

Arriva adesso un’altra notizia sconcertante che ha come scenario un aeroplano, stavolta battente bandiera Lufthansa. Un volo tra Monaco e Olbia è stato costretto a un atterraggio d’emergenza presso l’aeroporto di Pisa per un motivo che ha come protagonista la sbadataggine di un passeggero che ha provocato disagi inauditi. Scopriamo cosa ha fatto.

Volo Monaco – Olbia costretto a un atterraggio di emergenza. Il motivo inaudito

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Imran (@av1ation)

Sul veivolo della Lufthansa diretto da Monaco a Olbia si è sprigionato del fumo sospetto che ha costretto il personale a procedere con una deviazione di percorso e un successivo atterraggio d’emergenza presso l’Aeroporto Internazionale Galileo Galilei di Pisa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Bologna, Chiara uccisa da una ‘ferocia disumana’. Spunta un video con il coetaneo

I sessantaquattro viaggiatori a bordo sono stati costretti a lasciare l’aereo, attendendo i controlli effettuati dalla polizia e dagli operatori incaricati.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Travolto da un cumulo di grano trebbiato: bambino di 10 anni perde la vita

L’origine del fumo ha lasciato tutti senza parole. Derivava, infatti, da una sigaretta elettronica di un passeggero. Definirlo distratto o incauto è ben poca roba. La sua disattenzione ha avuto gravissime ripercussioni. Il veivolo coinvolto è rimasto bloccato sulla pista dell’aeroposto di Pisa per circa quattro ore. Non solo: le proporzioni del disagio si sono allargate a dismisura.

Lo scalo è rimasto, infatti, bloccato dalle ore 17,20 alle 21,30 dello scorso 29 giugno. Altri sedici voli hanno subito cancellazioni o ritardi. Incredibile.