Bologna, Chiara uccisa da una ‘ferocia disumana’. Spunta un video con il coetaneo

La giovane 16 enne di Bologna è stata colpita ripetutamente da un coltello da cucina. Possibile perizia psichiatrica sul ragazzo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiaretta (@chiara__gualzetti)

Sono diverse le coltellate che il giovane 16enne ha inflitto a Chiara Gualzetti di Bologna. Un amico per la ragazza, un amico di cui si fidava ma che l’ha tradita colpendola ripetutamente con un coltello da cucina. Un omicidio premeditato secondo l’accusa, in quanto il giovane aveva già pianificato di uccidere Chiara portando con sè un’arma. Intanto la Procura di Bologna sta cercando di ricostruire nei minimi particolari la triste vicenda che ha portato un 16enne a uccidere una sua coetanea.

La confessione del giovane: “Ossessionato dalle avance di Chiara”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiaretta (@chiara__gualzetti)

 LEGGI ANCHE —> Ragazza di 15 anni trovata morta in un campo: confessa l’amico

E’ stata disposta la custodia cautelare in carcere per il giovane 16enne indagato per l’omicidio di Chiara Gualzetti. La decisione arriva dal Gip del tribunale per i minorenni di Bologna, che ha accolto la richiesta da parte della Procura. Non decade quindi l’aggravante della premeditazione, in quanto il giovane sembrerebbe aver detto a un parente che ‘domenica avrebbe ucciso una ragazza’. Frase probabilmente sottovalutata dalla famiglia.

Una ferocia disumana ma soprattutto un omicidio con la mente lucida. Sembrerebbe che il giovane il giorno in cui ha ucciso Chiara fosse andato a prenderla a casa salutando anche i genitori della ragazza. “Abbiamo nominato dei consulenti, vogliamo chiarire l’efferatezza del gesto. Una perizia psichiatrica? E’ bene farla, così da sgombrare da dubbi il campo della difesa”. Sono queste le parole dell’avvocato Giovanni Annunziata, che assiste la famiglia Gualzetti, che poi aggiunge: “Non c’è follia, una persona cha ha la lucidità di cancellare le chat, di tornare a casa e di rispondere al cellulare come se nulla fosse accaduto è poco compatibile con la follia”.

LEGGI ANCHE —> Tragico incidente sul lavoro: operaio muore mentre lavora in azienda

L'omicidio di Chiara Gualzetti
Screenshot Instagram

Intanto non si sa pace il papà di Chiara che si è visto strappare alla vita la sua bambina, che ancora aveva una vita davanti.