Fabrizio Corona, la provocazione questa volta è forte: “Pronto a sacrificarmi” – FOTO

Fabrizio Corona non ci sta e sbotta di nuovo sui social. Parole forti contro gli agenti: lui è pronto a farsi avanti

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

Fabrizio Corona sempre e comunque nel ciclone del gossip. L’ex re dei paparazzi porta avanti la sua personale battaglia contro la giustizia, per quello che ha subito ma anche per quello che succede nelle carceri.

Le sue affermazioni, sempre forti e a volte provocatorie, non smettono di fare eco. Ma del resto, è quello che l’ex fotografo vuole. Risalto mediatico per non rimanere solo e in balia della giustizia.

Agli arresti domiciliari, Corona solo una settimana fa si è reso protagonista di un altro episodio di escandescenza contro la polizia (dopo quello dello scorso marzo). Protesta contro l’irruzione degli agenti in casa e urla con il codice penale in mano. Chiede di essere lasciato in pace perché rinchiuso in casa da due anni senza avere nemmeno l’ora d’aria.

Ieri sera, poi, un nuovo post su Instagram. Prima una riflessione su sé stesso, poi su quello che è successo in un carcere italiano.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE –> Giorgia Rossi, per lei cambia tutto: Diletta Leotta trema – FOTO

Fabrizio Corona choc: “Detenuto a vita”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE –> Daniele Scardina, dopo la Leotta si consola con una mora bellissima. Spettacolare…

Fabrizio Corona sceglie di pubblicare delle sue foto segnaletiche accompagnate da parole, forti, fortissime.

“Detenuto matricola 194226. Sono e sarò a vita un detenuto dentro per quello che ho vissuto e sto vivendo”, inizia così il suo ennesimo sfogo social che punta il dito verso la situazione delle carceri italiane. Corona fa riferimento al pestaggio eseguito da alcuni agenti in provincia di Caserta.

“Quello che è successo ieri nel carcere di Santa Maria Capua Vetere è un tradimento organizzato della costituzione da parte di più persone che devono pagare il massimo della pena – chiosa l’ex paparazzo – guardando uomini in divisa bisogna provare rassicurazione non terrore – continua – Abusare in questo modo del potere della divisa è un insulto gravissimo ai colleghi onesti e ce ne sono tanti”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

Corona si dice addolorato e nello stesso tempo choccato per il fatto che nessuno dei massimi organi intervenga. Infine puntualizza che la foto segnaletica non è finta, non è quella di un film ma è quella che parla della sua vita, una vita che sarebbe pronto a sacrificare “contro questi abusi”.