Nota giocatrice trovata morta in casa: è giallo dopo l’autopsia

Una giovane studentessa e nota giocatrice online è stata trovata morta in Messico nei giorni scorsi: i risultati dell’autopsia.

Scena del crimine
(Getty Images)

Sono ancora in corso le indagini sulla morte di una ragazza di 20 anni, ritrovata nella sua abitazione. La tragica scoperta risale allo scorso 16 giugno in un appartamento di Michoacan, in Messico. La ragazza, studentessa di criminologia e nota nel mondo dei giochi online, secondo quanto emerso dall’esame autoptico, sarebbe morta dopo essere stata raggiunta da un colpo di pistola alla testa. Al momento la polizia non ha effettuato nessun arresto e non avrebbe fornito altri dettagli sull’omicidio.

Messico, giocatrice trovata morta: raggiunta da un proiettile alla testa

Karen Mayte Alvarez Barajas sarebbe stata uccisa con un colpo di pistola alla testa nella sua abitazione di Lázaro Cárdenas,  comune nello stato del Michoacan, in Messico.

polizia messicana
Polizia messicana (Getty Images)

Leggi anche —> Coppia di coniugi trovati morti in casa: indaga la polizia

A rivelarlo, secondo quanto riporta la redazione del The Sun e la stampa locale, i risultati dell’autopsia sulla salma. Inizialmente, si pensava che la giovane, rinvenuta senza vita lo scorso 16 giugno, potesse essere morta cadendo e battendo la testa. L’esame autoptico ha fatto emergere, però, un’altra verità. A sostegno di questa ipotesi il ritrovamento di un bossolo di proiettili calibro 380 in casa della vittima.

La giovane era una studentessa di criminologia che si pagava gli studi lavorando come estetista. Inoltre, la 20enne era un’appassionata di giochi online, mondo in cui era molto conosciuta. Karen Mayte, difatti, scrive The Sun, giocava spesso a Call of Duty e faceva parte della Women’s Roster Academy insieme a giocatori provenienti da Argentina, Venezuela, Colombia.

Leggi anche —> Tragedia a scuola: bambina di 11 anni muore per arresto cardiaco

Sul caso, avvolto nel mistero, sono ancora in corso le indagini su cui le autorità mantengono il più stretto riserbo. Al momento non sono stati effettuati arresti e non si conosce quale possa essere il movente del delitto.

Polizia Messicana
Polizia Messicana (Getty Images)

I familiari ed il fidanzato intanto, scrive la redazione del The Sun, hanno lanciato una petizione in modo da scoprire cosa possa essere accaduto alla studentessa, la cui morte ha sconvolto l’intera comunità locale.