Si tuffa nel fiume per un bagno: ragazzo di 13 anni muore in ospedale

Un ragazzo di 13 anni, recuperato lunedì dalle acque del fiume Chiese a Nozza, frazione di Vestone, in provincia di Brescia, è morto ieri in ospedale.

Eliambulanza
Eliambulanza (zenitfotovideo.it – Adobe Stock)

È morto dopo 24 ore di agonia il ragazzo di soli 13 anni che lunedì era stato recuperato dal fiume Chiese a Nozza, frazione di Vestone, in provincia di Brescia. Il 13enne, dopo aver raggiunto il fiume in compagnia di alcuni amici, si era tuffato in acqua, ma qualcosa è andato storto. Trasportato d’urgenza in ospedale, i medici hanno provato in tutti i modi a salvargli la vita, ma nel pomeriggio di ieri il suo cuore ha smesso di battere.

Brescia, si tuffa nel fiume per un bagno: 13enne muore in ospedale dopo un giorno di agonia

Nel pomeriggio di ieri, martedì 6 luglio, il cuore di Fallou Diop ha smesso di battere all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove si trovava ricoverato dal giorno prima.

Ospedale
(Richard Revel – Pixabay)

Fallou, 13enne di origini senegalesi, ma residente a Moceniga, frazione di Vestone (Brescia) era stato recuperato lunedì dalle acque del fiume Chiese nel territorio della frazione di Nozza. Secondo quanto riferisce la stampa locale e la redazione di Brescia Today, il giovane si era recato insieme a quattro amici presso il fiume ed aveva deciso di fare un bagno per rinfrescarsi. Il 13enne, però, non è più riemerso, circostanza che ha fatto scattare l’allarme. Un ciclista di passaggio senza esitare si è tuffato ed ha recuperato il giovane.

Leggi anche —> Auto sbanda e si schianta contro dei veicoli in sosta: morto un ragazzo

Intanto sul posto sono arrivati i soccorsi del 118 che hanno proseguito le manovre di rianimazione ed hanno poi trasportato d’urgenza in eliambulanza Fallou presso l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Nonostante i disperati tentativi di salvargli la vita, purtroppo il 13enne non ce l’ha fatta ed è morto dopo 24 ore di agonia nel reparto di rianimazione del nosocomio bergamasco.

Leggi anche —> Si accascia al suolo su un sentiero: uomo muore durante un’escursione

La salma, scrive Brescia Today, si trova ora a disposizione dell’autorità giudiziaria, la quale ha già stabilito l’esame autoptico che verrà eseguito nelle prossime ore prima della restituzione ai familiari.

Fiume
(vschmid-pocking da Pixabay)

L’autopsia fornirà maggiori dettagli sulla tragedia che ha sconvolto l’intera comunità locale strettasi al dolore della famiglia di Fallou che lascia i due genitori e due fratelli.