Covid-19, sale il numero dei contagi: il quadro preoccupa le Istituzioni

Dopo settimane di contagi in discesa, la curva epidemiologica del Covid-19  in alcune regioni ha mostrato segnali di risalita: i numeri preoccupano.

Coronavirus
(Getty Images)

Preoccupa la risalita dei contagi in Italia. La galoppata iniziale della campagna vaccinale pare abbia subito un significativo arresto, complice anche la volontà di alcuni italiani che hanno deciso di non prenotare la prima dose per scongiurare il richiamo durante le ferie. Eppure in concomitanza, si sta registrando una massiva diffusione della temuta variante Delta, una circostanza da non sottovalutare considerata la sua maggior contagiosità.

Il quadro epidemiologico di alcune regioni starebbe preoccupando e non poco.

Covid-19, allarme contagi in alcune regioni: risale la curva

La speranza era che con i vaccini, le misure di prevenzione e la bella stagione il virus sarebbe stato domato. Eppure pare non sia così.

Coronavirus
(Getty Images)

Nello specifico, in ben 8 regioni d’Italia la curva dei contagi starebbe dimostrando segni di risalita. Nella giornata di ieri il Ministero della Salute, tramite il suo consueto bollettino, ha reso noto che i nuovi casi di contagio erano stati 907 in sole 24 ore. Un dato che allarma se si pensa ai valori nettamente più bassi delle scorse settimane.

Leggi anche —> Covid-19, cala l’ottimismo: previsioni bruscamente disattese

L’unica soluzione, ribadiscono le autorità è che il maggior numero di cittadini si vaccini. Lo ha sottolineato nuovamente anche il Ministro Roberto Speranza il quale – riporta il Giornale di Sicilia– ha affermato che la pandemia è ancora in corso, non si tratta di un brutto ricordo ormai superato. Anche nei Paesi in cui i vaccini sono stati somministrati i contagi continuano a registrarsi.

Parole, quelle di Speranza, che invitano alla massima prudenza. Ma non potrebbe essere diversamente considerato lo stato dei fatti che vede ad esempio Gran Bretagna e Francia, insieme all’Italia, in una nuova bolla di aumento dei contagi. Escluse Germania ed Austria dove invece la situazione sarebbe stabile.

Leggi anche —> Covid-19, vaccinazione ai bambini: il parere dell’esperto

I casi registratisi ieri nel Bel Paese, confermano quel trend di raddoppio registratosi anche in altri Paesi. Lunedì 28 giugno i casi erano infatti la metà: solo 480.

In sintesi, quindi, dopo più di tre mesi in cui la discesa è stata costante, nell’ultima settimana la situazione si è capovolta mostrando una risalita della curva. Si tratta nello specifico di un aumento del 7%.