Colpito da malore durante partita di calcetto: muore padre di tre figli

Un uomo di 40 anni, sposato e padre di tre figli, è morto ieri sera a Barano d’Ischia (Napoli), colpito da un malore durante una partita di calcetto.

Calcio
(Getty Images)

Stava disputando una partita di calcetto tra amici, ma si è accasciato a terra colpito da un malore improvviso. È morto così, nella serata di ieri a Barano d’Ischia (Napoli), un uomo di 40 anni. I compagni, che hanno assistito attoniti al dramma, hanno subito lanciato l’allarme. I soccorsi del 118 hanno proseguito le manovre di rianimazione, avviate da due medici, anch’essi in campo per la partita, ma purtroppo per il 40enne non c’è stato nulla da fare.

Napoli, colpito da un malore durante partita di calcetto tra amici: morto padre 40enne

Un uomo è morto nella tarda serata di ieri, mercoledì 7 luglio, a Barano d’Ischia, comune in provincia di Napoli, mentre disputava una partita di calcetto tra amici. A perdere la vita Swen Andreas Trani, 40enne ischitano di origine tedesche, sposato e padre di tre figli.

Ambulanza
Ambulanza (Maksim Shebeko – Adobe Stock)

L’uomo, secondo quanto riportano i quotidiani locali e la redazione de Il Corriere della Sera, si trovava sul campo sportivo Don Luigi Di Iorio per una partitella. Improvvisamente, durante le fasi di gioco, si è accasciato a terra colpito da un malore. Tra gli amici vi erano anche due medici che hanno prestato subito soccorso al 40enne, mentre gli altri hanno lanciato l’allarme.

Leggi anche —> Rompe un vetro per rientrare in casa: uomo muore dissanguato

Presso il campetto è arrivata un’ambulanza con a bordo l’equipe medica del 118. Lo staff sanitario ha proseguito i tentativi di rianimazione avviati dai due amici, ma purtroppo senza successo. Alla fine, i soccorsi si sono arresi dichiarando il decesso di Trani, provocato da un arresto cardiaco fulminante.

Leggi anche —> Si accascia al suolo su un sentiero: uomo muore durante un’escursione

Oltre al 118, presso il campo sportivo sono arrivati i carabinieri della stazione del comune in provincia di Napoli per gli accertamenti del caso.

Carabinieri
Carabinieri (Shjmira – Adobe Stock)

Accertato che il decesso è sopraggiunto per cause naturali, scrive Il Corriere della Sera, il pubblico ministero di turno ha dato il nullaosta per la restituzione della salma ai familiari senza disporre l’autopsia o ulteriori esami.