Scomparsi | Maria Angela Albertoni: uscita di casa e mai più ritornata

Maria Angela Albertoni, è scomparsa da Acquanegra sul Chiese (Mantova) il 3 marzo del 2013: sul suo caso aleggia un alone di inquietante mistero.

Maria Angela Albertoni
Maria Angela Albertoni (screenshot Chi l’ha visto?)

Maria Angela Albertoni aveva 60 anni al momento della scomparsa e viveva in casa con la madre malata di 90 anni e la sorella. Le tre donne conducevano una vita più che regolare nella loro Acquanegra sul Chiese (Mantova), ma da un po’ di tempo Maria Angela era stata travolta da una sorta di crisi esistenziale.

Il 3 marzo del 2013, un giorno come tanti altri, dice intorno alle 22:30 di andare a dormire, ma quando nel cuore della notte la madre si sveglia per ricevere assistenza della 60enne non vi era più alcuna traccia. Vennero visionati dei filmati in cui si vedeva Maria lasciare casa intorno alle 23. Con sé non portò via nulla, neppure il cellulare. I familiari pensarono potesse essersi trattato di un’uscita normale, purtroppo la realtà era ben diversa.

Maria Angela Albertoni scomparsa da Acquanegra sul Chiese (Mantova) nel 2013

Non era un’uscita temporanea, pur avendo lasciato la porta aperta ed indossando solo un giubbino leggero. Di Maria Angela da quel 3 marzo 2013 non si ebbe più alcuna notizia. Immediata la chiamata alle forze dell’Ordine per far luce su quanto accaduto.

Maria Angela Albertoni
Maria Angela Albertoni (screenshot Chi l’ha visto?)

Allontanamento volontario? Per la famiglia la verità era ben diversa. Maria Angela, riferirono i suoi cari, era molto corteggiata sul web – riporta la redazione di Azionecollettiva– e lei pare non ne fosse infastidita, anzi. Li vedeva come un modo per compensare la sua vita che trascorreva in casa con la madre malata e sua sorella. Per i familiari era possibile che una di queste “amicizie” potesse essere diventata qualcosa di più tanto da trasporsi nel mondo reale. E che la persona con cui sarebbe entrata in contatto si sarebbe rivelata un malintenzionato.

Leggi anche —> Scomparsi | Silvia Tagliabue: svanita nel nulla da oltre 10 anni

Gli inquirenti concentrarono le loro attività sui profili social di Maria Angela: la 60enne era solita chattare spesso quando aveva anche solo un attimo libero. Ad occuparsi del caso anche la redazione di “Chi l’ha visto?” contattata nel corso di una puntata da una telespettatrice che aveva conosciuto la scomparsa proprio su internet. Rivelò alcuni dei nomi delle persone con cui Maria Angela era solita parlare su Facebook e disse anche di aver provato a contattarli per chiedergli se avessero sue notizie, ma purtroppo senza esito.

Leggi anche —> Scomparsi | Florina Simion, le sue ultime parole contenute in un enigmatico messaggio

Tra tutti questi profili uno attirò maggiormente l’attenzione a causa del singolare nome: “Conte Furbetto”. La sua immagine profilo quella di un angelo della morte – riferisce Azionecollettiva– poi cambiata dopo la scomparsa. Anche lui contattò la redazione ma solo per lamentarsi del fatto che il suo profilo era stato reso noto a tutto il Paese. Inoltre, aggiunse che se anche con Maria Angela ci aveva parlato non lo ricordava.

Il timore che qualcuno potesse averla “corrotta” è rimasto un punto fermo nella mente dei suoi familiari i quali ritengono che sotto l’effetto di pessime influenze la 60enne avrebbe deciso di tagliare i ponti con il suo passato.

Computer
(Gerd Altmann – Pixabay)

Purtroppo di Maria Angela da quel 13 marzo 2013 non si ebbe più alcuna notizia: il caso è stato considerato come un allontanamento volontario ma per la famiglia, una spiegazione di tal genere, non sarebbe compatibile con il carattere della donna.