Milly Carlucci, la frase più straziante: “Avrei voluto che ballasse per me”

Sono in corso di svolgimento i funerali di Raffaella Carrà. La frase di Milly Carlucci ha straziato i presenti: “Avrei voluto che ballasse per me”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raffaella Carrà ✨ (@_raffaella_carra)

Sono in corso di svolgimento i funerali della strepitosa Raffaella Carrà, artista che più di ogni altra aveva conquistato l’affetto del pubblico italiano. La nota ballerina è deceduta lo scorso lunedì 5 luglio, fra lo stupore dei suoi moltissimi fan e ammiratori. A strapparla all’affetto dei suoi cari, un tumore ai polmoni contro cui lottava da tempo.

Quest’oggi, presso la Basilica di Santa Maria in Aracoeli, a Roma, moltissime persone si sono riunite per dare l’ultimo saluto alla cantante di “Tanti auguri“. La sua bara è stata esposta nel sagrato per circa mezz’ora, in maniera tale che tutti i presenti potessero dire addio alla Carrà. Tra i partecipanti ai funerali c’era anche la conduttrice Milly Carlucci, che ha dedicato parole strazianti alla grande artista.

NON PERDERTI ANCHE —> “E’ iniziata un anno fa”: Sabrina Ghio confessa l’atroce malattia

Milly Carlucci, la frase più straziante ai funerali di Raffaella Carrà

Milly Carlucci Carrà
Milly Carlucci (Getty Images)

NON PERDERTI ANCHE —> “Magnifico fondoschiena”, Arisa in costume fa strage di cuori, le forme fuoriescono – FOTO

Ai funerali di Raffaella Carrà, tutti i presenti hanno ricordato la celebre ballerina del “Tuca Tuca” con frasi commoventi e strappalacrime. Molti gli amici di vecchia data della cantante, che si sono stretti attorno a Sergio Japino, suo compagno di vita, e alla famiglia dilaniata dal dolore. Milly Carlucci, intervistata dai giornalisti, non poteva esimersi dal celebrare la grandezza della Carrà. “Dobbiamo ricordarla col sorriso“, ha esordito, confessando poi il suo sogno più grande proprio in relazione all’artista scomparsa.

Avrei voluto che ballasse per me, almeno una notte” – ha ammesso la conduttrice, aggiungendo – “Raffaella ballava e cantava, ma poi ha fatto anche il direttore artistico, facendo un lavoro che era per gli uomini“. Frasi che sottolineano ancora una volta la grandezza e la straordinarietà della Carrà.

Anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, era presente alla funzione in chiesa, e non ha mancato di omaggiare la ballerina al meglio delle proprie potenzialità: “Ciao Raffaella, grazie per quello che hai fatto e che ci hai lasciato“.