Si tuffa in acqua e non riemerge: ragazzo muore durante immersione con gli amici

Nella serata di ieri, un ragazzo di 20 anni ha perso la vita durante un’immersione con alcuni amici nelle acque del Poetto di Cagliari.

Guardia Costiera
(Carlo Toffolo – AdobeStock)

Un ragazzo di soli 20 anni ha perso la vita nella serata di ieri durante un’immersione nelle acque del Poetto di Cagliari. Il giovane si trovava con degli amici in gommone e, dopo una gita, aveva deciso di tuffarsi con l’attrezzatura da immersione. Gli amici non vedendolo più riemergere hanno subito lanciato l’allarme. Intervenuti i vigili del fuoco e gli uomini della Guardia Costiera che, dopo alcune ore, hanno recuperato il corpo senza vita del 20enne.

Cagliari, si tuffa in acqua per un’immersione con gli amici: muore ragazzo di soli 20 anni

Dramma a Cagliari, dove nella serata di ieri, lunedì 12 luglio, un ragazzo è morto dopo essersi tuffato in acqua per un’immersione.

Vigili del fuoco
(Getty Images)

La vittima è di 20 anni Gabriele Ibba, sub 20enne. Il giovane, stando a quanto riporta la redazione dell’agenzia Ansa, era uscito nel pomeriggio con cinque amici per una gita in gommone.

Leggi anche —> Lavandino di un bagno pubblico si rompe: ragazzo di 19 anni perde la vita

Prima di tornare a riva, il gruppo ha deciso di fermarsi nelle acque antistanti al porticciolo turistico di Marina Piccola per alcuni tuffi. Indossata l’attrezzatura, Gabriele e gli amici si sono immersi, ma il 20enne non è più riemerso. Preoccupati, i cinque hanno subito chiamato i soccorsi.

Leggi anche —> Madre e figlia trovate morte in due luoghi differenti: è giallo

Sul posto si sono recati i sommozzatori dei vigili del fuoco e gli uomini della Guardia Costiera che hanno avviato le ricerche. I soccorsi, dopo alcune ore, intorno alle 22, hanno recuperato il corpo del 20enne, ma purtroppo ormai non c’era nulla da fare.

Guardia Costiera
(Getty Images)

Al momento, scrive la redazione dell’agenzia Ansa, l’ipotesi più accreditata è quella secondo la quale il giovane possa essere stato colpito da un malore poco dopo essersi tuffato in acqua, circostanza che però deve essere ancora confermata. In tal senso, l’autorità giudiziaria nelle prossime ore potrebbe disporre l’autopsia sulla salma che potrebbe far maggiore chiarezza sulle cause della morte del giovane.