Europei 2020, il fratello di Davide Astori ringrazia la Nazionale. Lettera commovente

Il fratello di Davide Astori rompe il silenzio dopo il ricordo di ieri da parte degli Azzurri e di Mattarella. Parole sentite

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giorgio Chiellini (@giorgiochiellini)

Una vittoria che ha riempito d’orgoglio tutti gli italiani quella agli Europei di Calcio 2020 da parte della Nazionale. Tenacia, resilienza e tanta umiltà che ha portato gli Azzurri alla vittoria contro gli Inglesi.

Ieri, al Quirinale, l’incontro dei calciatori italiani con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, presente in tribuna domenica sera. La vittoria italiana, per tutta la squadra per voce del capitano Giorgio Chiellini e poi del presidente Mattarella, ha un solo nome: Davide Astori. Gli Azzurri e la più alta carica dello Stato hanno dedicato al giocatore scomparso prematuramente il traguardo raggiunto in Europa.

Questa coppa è per Astori, l’avremmo voluto con noi – ha spiegato Chiellini -. È sempre presente nei nostri pensieri, nel cuore di chi l’ha conosciuto e in quello dei giovani che ne hanno sentito parlare”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Euro 2020. Parte la petizione online per rigiocare la finale: il motivo assurdo

Europei 2020, la lettera del fratello di Davide Astori

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bruno Astori (@astori.bruno)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Federico Bernardeschi. La gioia più grande non è Euro 2020 ma arriva oggi

A poco meno di 24 ore dal ricordo di Davide Astori arriva la risposta della famiglia del calciatore. Una lettera rivolta agli Azzurri e non solo, per ringraziare tutti dell’affetto, della vicinanza e del prezioso pensiero rivolto al calciatore. A diffonderla il fratello di Davide Astori, Bruno tramite il suo profilo Instagram.

“Penso che Davide abbia corso al fianco di Giorgio e dei ragazzi durante ogni passo di questo Europeo – scrive Bruno ringraziando gli Azzurri – La loro dedica va oltre ogni circostanza e le lacrime di Giorgio sono quelle di un gruppo di ragazzi che hanno condiviso gioie, dolori, difficoltà, emozioni”.

Bruno Astori ricorda come gli atleti della Nazionale e suo fratello hanno trascorso tanti anni insieme, fin dai tempi delle giovanili, nei ritiri e in campo. Non sempre tutto è andato per il meglio tra “convocazioni mancate e qualificazioni sfumate” dice, ma nessuno si è mai dato per vinto.

È proprio la loro passione che gli rende degli eroi spiega il fratello di Astori perché tutti sono ragazzi normali, padri, compagni, figli e fratelli, solo che a volte “hanno il dono di poterci fare sognare e di lasciare dei ricordi che resteranno per sempre!”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bruno Astori (@astori.bruno)

Questo il grazie agli Azzurri da parte di tutta la famiglia: “Grazie ragazzi… con tutto il cuore!!!” conclude Bruno.