Morto il noto giornalista investigativo Peter R. de Vries

Il professionista olandese era stato ferito gravemente alla testa con un colpo di pistola: l’annuncio della famiglia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da peter r de vries (@peterr_devriess)

Peter R. de Vries non ce l’ha fatta. Il celebre giornalista investigativo specializzato in cronaca nera è morto oggi, lo ha annunciato questo giovedì (15 luglio) la sua famiglia. Minacciato di morte, il professionista olandese era stato gravemente ferito alla testa con un colpo di pistola la scorsa settimana. L’attacco con arma da fuoco risale al tardo pomeriggio di martedì 6 luglio. Secondo quanto riportano i media locali, il giornalista è stato aggredito intorno alle ore 19:30 in una via del centro della capitale olandese, proprio mentre stava uscendo dallo studio di un talk show. A seguire le parole del Ministro-presidente dei Paesi Bassi.

NON PERDERTI ANCHE >>> Violenta tempesta nel Nord Europa: 46 morti e almeno 70 dispersi

Le condoglianze di Mark Rutte ai familiari di Peter R. de Vries

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da peter r de vries (@peterr_devriess)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Violenze e saccheggi: sale a 72 il bilancio delle vittime

Stando a quanto riferiscono i notiziari locali, il giornalista 64enne era stato colpito da cinque colpi di arma da fuoco, di cui un proiettile all’altezza della testa. Tre arresti in totale, tra cui il presunto esecutore dell’agguato. Dopo 9 giorni di ricovero in un ospedale della capitale dei Paesi Bassi, questo giovedì 15 luglio arriva il triste annuncio da parte dei familiari: “Peter ha combattuto fino alla fine, ma non è riuscito a vincere la battaglia. È morto, circondato da persone che lo amano.”

“La morte di Peter R. de Vries mi tocca profondamente. È un episodio scioccante e inconcepibile.”, ha risposto su Twitter il primo ministro Mark Rutte, appartenente al Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia (VVD), nonché Ministro-presidente dei Paesi Bassi dal 14 ottobre 2010. “È una perdita indescrivibile. Le nostre più sentite condoglianze alla famiglia di Peter e a tutti coloro che gli sono stati vicino.“, riporta la dichiarazione congiunta di RTL Netherlands, Fremantle Nederland e i dipendenti di RTL Boulevard, società di cui Peter De Vries era regolarmente ospite.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da peter r de vries (@peterr_devriess)

Con oltre 30 anni di carriera investigativa, il celebre giornalista olandese ha avuto grande risonanza internazionale per aver indagato oltre 500 casi di omicidio e per aver chiarito numerosi casi irrisolti.

Fonte: Al Jazeera, De Telegraaf