Serena Rossi, la confessione sul ruolo più famoso: “Ho dimenticato me stessa”

Serena Rossi, astro della piccolo schermo italiano, futura madrina della Mostra del Cinema di Venezia, parla del ruolo che le ha donato una spinta di popolarità

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Serena Rossi (@serenarossiofficial)

Il prestigioso evento della Mostra del Cinema di Venezia si aprirà il prossimo 1° Settembre. Madrina della 78esima edizione sarà la straordinaria Serena Rossi. L’interprete napoletana, classe 1985, ha entusiasmato recentemente il pubblico in più occasioni. Dotata di talenti poliedrici, con versatilità si è cimentata nel canto, nella recitazione, nel doppiaggio e nella conduzione di programmi di successo. Il suo ultimo impegno televisivo l’ha vista al comando su Rai Uno di “Canzone segreta”, in cui ha reso omaggio e ospitato personaggi dello spettacolo, dello sport e della cultura ricordando momenti fondamentali della loro vita intrecciandoli a performance misteriose, realizzate appositamente per loro. Serena Rossi è particolarmente legata a una tappa della sua carriera; in un’intervista ha raccontato i suoi sentimenti al riguardo.

Serena Rossi, il ruolo che l’ha consacrata. Le sue parole

Serena Rossi ha regalato una prova attoriale di massimo livello grazie al film biografico diretto da Riccardo Donna “Io sono Mia”, basato sulla vita della cantante scomparsa, patrimonio della musica italiana, Mia Martini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Eleonora Daniele, la scelta più importante della sua vita: la decisione più bella

Grazie a questo ruolo l’artista partenopea si è aggiudicata consensi diffusi da parte di critica e pubblico. Ha ricevuto al Teatro Antico di Taormina un Nastro d’argento speciale e una candidatura al Ciak d’oro come migliore attrice protagonista.

Al magazine ‘Io donna‘ del ‘Corriere della Sera’ ha voluto raccontare la difficoltà nel prepararsi a interpretare un personaggio così difficile, per la sua straordinaria fama ma anche per la sensibilità caratteriale. Ha detto: “ ‘Io sono Mia’ è stata un’esperienza irripetibile. Per impersonare Mia Martini mi sono dovuta davvero dimenticare di Serena. Forse era la prima volta in cui mi annullavo totalmente”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Matrimonio Veronica-Bernardeschi: sui social, lo sfogo e l’addio di Sarah non invitata

E forse è proprio questo il segreto per fare un ottimo lavoro in questo settore, tuttavia è frutto d’impegno, studio, abnegazione e sacrificio, non ci si può improvvisare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Rai1 (@rai1official)

La stessa Serena Rossi, magnifica nella sua prova attoriale, ne è consapevole. Cosa vuol dire per lei recitare? “Significa avere il privilegio di vivere vite altrui. In questi giorni per esempio sono una ragazza calabrese degli anni sessanta costretta a un matrimonio per procura. Mi calo nel personaggio nell’istante in cui viene dato il ciak”.